Home Moda Donna Abbigliamento Donna Balossa the white shirt collezione FW 2018/2019, una dichiarazione d’amore

Balossa the white shirt collezione FW 2018/2019, una dichiarazione d’amore

Un romanzo d’amore, una dichiarazione, timida, vergognosa, esitante… frasi d’amore scritte sui polsini di una maestosa camicia bianca… resa regale e importante, esce allo scoperto mostrando il leit motiv della nuova collezione Balossa, il brand della stilista Indra Kaffemanaite, evidenziando la camicia bianca dove spuntano i polsini maliziosi che parlano di luna e di stelle, di baci e di abbracci, di notti e fughe d’amore.

Balossa si conferma anche in questa collezione come fenomeno da osservare come fanno i bambini con una lanterna magica, scorrono le immagini nel buio di un sistema moda che sta cambiando, partendo da una idea banale, la semplice camicia bianca, che sorprende per le sue continue variazioni sul tema che diventano ricerca e suggestioni in cerca di un nuovo messaggio, con entusiasmo, curiosità, passione. La ripetizione – la camicia bianca –  come per i grandi nomi che hanno fatto la storia della moda, non sembri banale, non significa incapacità di cambiamento ma creatività coerente, dare un’identità unica al brand, creare una storia per ogni outfit, sempre sullo stesso tema, è come leggere una fiaba su un libro, fare un sogno, dare ali e corpo ad una farfalla leggera – la camicia bianca – sconosciuta e impalpabile da sembrare un desiderio fantastico.

Figure che passano lievi, come in una lanterna magica, lunghezze e gonne, bustini e tessuto, orli e punte asimmetriche, Indra Kaffemanaite porta la sua moda a coincidere con l’arte, un post-impressionismo di grande bellezza, dalle pennellate decise, dando colore e anima alla purezza del bianco, il gioco di tante sfumature per arrivare con decisione fino al grigio, gonne dal taglio vivo con tre cinture per formare un bustino, le allegre follie di giacche studiate accuratamente, che perdono la rigidità del capospalla diventando tante cose… giacca-cappuccio, coprispalla, gilet corti e lunghi, avvolgenti come carezze e poi il soprabito, minimale, ascetico, oppure variabile attraverso tre interessanti trasformazioni, quelle della stilista sembrano incertezze ma la sua è una sapiente follia per dare al Brand un deciso imprinting dando vita ai rever dei colli delle camicie che diventano cravatte, dai sogni d’amore ricamati sui polsini, dalla morbidezza sensuale della seta che trasforma la camicia in un abito di una inquietante sirena, i ricami e la timida ironia di una fodera rosa che rende glamour un capo prettamente maschile, e poi nero, rosso, grigio e bianco i colori di un berretto da ragazzo fermato da un improbabile fiocco, le sfumature che fanno da contrasto tra il mondo interno e il mondo esterno, tra spiritualità e realtà oggettiva, il lusso della semplicità estrema di una tecnica dotata di grande cultura, quella di Indra Kaffemanaite.

Balossa LTD

www.balossashirt.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.