Home / Spettacolo / Arte / Artigianato e Palazzo festeggia le “Nozze di Vermeil”
Artigianato e Palazzo

Artigianato e Palazzo festeggia le “Nozze di Vermeil”

Artigianato e Palazzo segna il traguardo dei 25 anni e festeggia le “Nozze di Vermeil” la raffinata tecnica di doratura dell’argento ideata in Francia alla metà del Settecento.

Un risultato importante, per l’esposizione promossa ed organizzata dall’Associazione Giardino Corsini, punto di riferimento per il settore, occasione di dialogo e confronto, nata da un progetto di Giorgiana Corsini Neri Torrigiani nel principio che l’artigianato è un valore.

“Il nostro obiettivo è stato quello di abbattere i confini, cercando di costruire una nuova sensibilità verso la tradizione, laddove la sfida è l’eccellenza e il confronto con il passato”,spiegano Giorgiana Corsini Neri Torrigiani. 

“Venticinque anni a tutela di arti e mestieri legati alla cultura del fatto a mano, affinché il patrimonio dei nostri territori non vada disperso, ma sia linfa vitale ed opportunità di lavoro per le nuove generazioni”.

In queste ventiquattro edizioni sono stati coinvolti 709 maestri artigiani in rappresentanza di 151 mestieri: dallalavorazione della ceramica, la molatura del vetro, lo sbalzo dell’argento, l’intaglio del legno, il restauro degli arazzi, la doratura di cornici e sculture all’arte orafa, i fornai, pasticceri e i sarti.

In uno scenario unico, lungo i viali del seicentesco giardino Corsini all’italiana disegnato da Gherardo Silvani, nelle Limonaie e nell’Orto delle Monache, anche questa edizione di Artigianato e Palazzo riunirà una nuova selezione di circa 100 maestri artigiani chenon solo mostreranno i loro prodotti, ma daranno prova della loro maestria lavorando dal vivo e svelando i segreti di tecnicheche rendono unici il loro lavoro.

Sulla scia delle Nozze di Vermeil è stato l’oro il fil rouge dei numerosi eventi in programma nei quattro giorni della manifestazione. Un viaggio per comprendere, incontrare, vedere, gustare, nell’ottica di contribuire a far conoscere quelle radici che rappresentano i nostri valori. 

Mostra Principe – Leonardo e il Battiloro

È alla storica azienda Giusto Manetti Battiloro, nata a Firenze nel 1820, che Artigianato e Palazzo ha dedicato la mostra riservata, ogni edizione, al percorso creativodi un importante brand italianoche ha fatto dell’artigianato la chiave del suo successo nel mondo. 

Dal primo anno con il format della “Mostra Principe” vogliamo regalare al nostro pubblico un’esperienza unica, di narrazione e passione per il lavoro, condividendo il profondo legame tra artigianato ed identità italiana. Ma non solo, auspichiamo che sia anche uno stimolo per i giovani che si avvicinano a questo settore, in prospettiva di una rinnovata cultura del fatto a mano”, spiegano gli organizzatori Giorgiana CorsiniNeri Torrigiani.

All’interno della mostra, nella ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, per la prima volta era in azione l’antica macchina Maglio per Battiloro che la Giusto Manetti Battiloro ha realizzato per l’occasione con una lavorazione manuale e materiali originali, secondo l’originale disegno di Leonardo, presente nel Codice Atlantico. Un capolavoro di ingegneria meccanica, impiegata per la produzione di lamine da sbalzo, usate per la foglia d’oro ma anche per medaglie, monete e borchiette.

Ricette di famiglia

Inedito e in esclusiva, anche il piatto che Richard Ginori ha prodotto insieme a Giusto Manetti Battiloro per l’iniziativa Ricette di famiglia. 

Il piatto, sull’essenziale forma Venezia, è reso prezioso dalla foglia d’oro zecchino realizzata da Giusto Manetti Battiloro, posizionata al centro della porcellana bianca. A tergo ha il marchio delle due aziende toscane ed è personalizzato con la scritta “Ricette di famiglia” 25° edizione Artigianato e Palazzo.

Blogs & Crafts

Si è replicato il concorso Blogs & Craftsvoluto da Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani per promuovere la creatività dei giovani attraverso l’incontro tra “saper fare” e “saper comunicare”. I dieci artigiani under 35 vincitori, scelti tra i migliori talenti per la loro capacità di innovare la tradizione con tecniche avanzate, saranno ospitati dalla manifestazione e lavoreranno ed esporranno le loro creazioni in una Limonaia del Giardino Corsini. 

Memorie di Russia a Firenze

La campagna Raccolta fondi, promossa da Artigianato e Palazzo che coinvolge il pubblico e le aziende sostenitrici, avrà quest’anno il tema Memorie di Russia a Firenze era destinata all’urgente recupero ed alla conservazione di alcune opere d’arte legate alla comunità russa che, nel corso dell’800 fino ai primi del ‘900, hanno arricchito Firenze di residenze, chiese e collezioni artistiche. Parliamo di interventi di restauro e conservazione a favore dei capolavori della Collezione Demidoff conservati al Museo Stibbert; dell’Emiciclo del Cimitero Evangelico agli Allori; e per il completamento dei restauri della Chiesa della Natività di Nostro Signore Gesù e San Nicola Taumaturgo.

Insomma, un evento quello di Artigianato e Palazzo, che dovrebbe avere la possibilità di essere frequentato ogni anno, e dovrebbe avere una risonanza multimediale e nazionale più grande di quella che ora possiede, perchè la cultura e l’artigianato sono l’anima del nostro paese e non possiamo permettere che finiscano nel dimenticatoio.

About Marina Greggio

Innamorata delle lingue, che studio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Colleziono instancabilmente vestiti e viaggi. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Check Also

“Resto al Sud”, un incontro rivolto agli aspiranti giovani imprenditori

Un seminario presso la sede camerale di Potenza dedicato alle opportunità legate allo strumento finanziario …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.