Si è inaugurato in questi giorno a Bari lo Spazio ART d’Or, un progetto fortemente voluto da Marina Corazziari, stilista designer, come un luogo di aggregazione, di condivisione e di incontro tra moda, arte e cultura. Allo Spazio incontriamo gli accessori di Aribea by Adele Guacci, fatti da artigiani italiani, “maestri” nella costruzione delle borse, pellame e materiali diversi abbinati, di altissima qualità per donne che seguono l’evoluzione della moda, in una continua ricerca del nuovo e del bello, sottolineando dettagli che fanno subito moda e rendono il marchio icona per ogni fashion victim.

Come afferma Adele Guacci designer del Brand Aribea: “L’attenzione al dettaglio e all’alta qualità caratterizzano l’intero processo della nostra produzione con una ulteriore particolare attenzione alle tematiche attuali sulla certificazione delle concerie italiane e sulla tracciabilità dei pellami per assicurare la maggior trasparenza ai clienti peruna moda che è, ormai, diventata un must.

La ricerca e la selezione dei materiali non convenzionali caratterizzano fortemente la manifattura delle mie borse Aribea, infatti io prediligo un metodo artigianale di tipo sperimentale che mi permette di utilizzare materiali finemente elaborati, quali l’eco pelliccia ma anche plastica, gomma, materiali non convenzionali in un mix con inserti dalle sfumature eclettiche come frange, pizzo e le colorazioni fluo, spesso abbinati al PVC. Ogni dettaglio viene disegnato e prodotto con attenzione, ogni modello è personalizzabile secondo i propri gusti, caratteristica che concede alla borsa uno stile unico e praticamente irripetibile.

In Italia, specialmente nel settore conciario, le aziende sono impegnate a portare avanti con successo la manualità e l’estro dei maestri conciari italiani, i maestri d’arte, fondamentali nella moda, che con il loro estro sono senza concorrenza per livello qualitativo. Infatti in Azienda noi scegliamo con estrema cura i pellami, i modelli e le strutture delle borse, ma anche i dettagli quali chiusure, borchie, cuciture e tracolle di alta gamma, caratterizzati da un attento processo di realizzazione dove “artigiano” vuol dire mani e cervello, la tecnica viene dopo, ma prima di tutto far fare alle mani quello che il cervello pensa, crea, decide, sogna….successivamente, si pensa alla ricerca del pellame migliore, la concia, i colori vegetali, le metallerie, tutto il mondo di accessori che ruotano intorno all’oggetto finito, un mondo di “cultura” del lavoro, il nostro artigianato unico ed esclusivo, che tutto il mondo ci invidia.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.