Home / Attualità / Alcantara e il 5° simposio internazionale sulla sostenibilità tenutosi a Venezia

Alcantara e il 5° simposio internazionale sulla sostenibilità tenutosi a Venezia

Alcantara ha partecipato al quinto simposio internazionale riguardante la sostenibilità ambientale, in particolare, assieme all’Università Internazionale di Venezia e al gruppo mondiale Connect4Climate, si è affrontato l’argomento di come poter effettivamente attuare un cambiamento coinvolgendo la società. Il simpiosio, intitolato “Climate How: How to Engage Society and Deploy Decarbonization” si è tenuto a San Servolo, Venezia il 7 e 8 febbraio.

Il programma ha coinvolto economi, esperti di finanza, imprenditori, esperti in comunicazione, scienziati e politici, tutti uniti per capire come poter creare un coinvolgimento trasversale a tutti i livelli societari e svolgere azioni concrete per il riscaldamento globale e la possibilità di diminuire così le emissioni di anidride carbonica.

Ad aprire il simposio sono stati il rettore universitario Umberto Vattani e il CEO di Alcantara Andrea Boragno, che hanno dichiarato il bisogno di trovare un fil rouge, un linguaggio comune adatto a tutti gli ambiti per poter promuovere la tutela ambientale.

I vari relatori che sono intervenuti durante l’incontro hanno sostenuto l’importanza di dover trovare un comune dialogo per raggiungere risultati concreti tralasciando azioni isolate e singole svolte in una visione a breve termine. 

Daniel Klingenfeld del Postdam Institute For Climate Impact Research (PIK) ha spiegato come la questione del cambiamento climatico non “è limitata al raggiungimento di un unico target, ma deve essere inserita nella prospettiva più ampia di uno sviluppo sostenibile”. Si tratta di collaborazioni trasversali che puntano ad ottenere obiettivi concreti per il benessere globale del pianeta.

Molti imprenditori sono intervenuti dimostrando le loro azioni nel cercare di diminuire le emissioni di anidride carbonica e nei riguardi della tutela dell’ambiente. Persino aziende automobilistiche le cui testimonianze di Hermann Pengg – Head of Project Management e-fuels ad Audi, e Ralf Pfitzner – Vice President/Global Head of Sustainability a Volkswagen, dimostrano di lavorare sempre più verso la costruzione di un’ambiente migliore.

Nonostante il cambiamento climatico stia portando a una situazione ogni giorno “sempre più drammatica”, continua a mancare la “percezione dell’urgenza” di intervenire per arginare il fenomeno. È quanto ha sottolineato il CEO di Alcantara Andrea Boragno.

Giulia Braga- Connect4Climate

Giulia Braga – Program Manager of The World Bank Groups’ Connect4Climate (C4C) Program ha spiegato che nel mondo d’oggi la comunicazione ha un ruolo fondamentale e che in questo caso, attraverso lo storytelling e l’arte può creare profonda empatia verso le nuove e più giovani generazioni.

Tra i temi evidenziati con forza dal CEO di Alcantara emerge anche la necessità di “spezzare la dicotomia sostenibilità-costo”. Le aziende, ha spiegato il manager, devono infatti cogliere il “potenziale economico delle politiche di decarbonizzazione” trasformando la tutela ambientale in “un’opportunità di business, un vero e proprio fattore di competitività”. Tra queste opportunità anche la possbilità di creare nuovi posti di lavoro, tutte azioni necessarie per poter assicurare un futuro sostenibile, anche secondo l’Onorevole Giovanna Melandri.

https://www.alcantara.com/it/

About Marina Greggio

Innamorata delle lingue, che studio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Colleziono instancabilmente vestiti e viaggi. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Check Also

Progettazione e creatività per Mp Studio

La MP STUDIO nasce dall’idea creativa e professionale di un duo maschile: Diego Petrillo e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.