“Un sovrannaturale ed incerto destino incombe sull’esistenza di tre personaggi barricati all’interno di un bunker. C’è il mondo esterno oltre una porta, ma non si sa bene cosa può accadere al momento della sua apertura”.

10 Cloverfield Lane si presenta in fase iniziale come una commedia leggera per poi trasformarsi paradossalmente in uno  spiazzante thriller fantascientifico a sfondo psicologico. Il film, inizialmente ambientato in uno spazio circoscritto dove tre personaggi sospettosi l’uno dell’altro, sembrano isolarsi dal resto del mondo, è diretto da un imprevedibile Dan Trachtenberg (al suo primo lungometraggio) per una sceneggiatura scritta da Josh Campbell e Matthew Stuecken e tratta da un soggetto di Damien Chazelle associabile per omonimia di titoli ad  una precedente produzione cinematografica, Cloverfield (2008), diretta dallo stesso Chazelle. Per tale motivo è plausibile ipotizzare una continuazione ispirata da un’idea di una presunta saga, ma i fatti procedono in modo diverso perché non si tratta dello stesso luogo generato per l’universo immaginario di Cloverfield. Tutto prende forma qualche anno fa da uno script intitolato The Cellar”, e  acquistato dalla Bad Robot Productions”, un progetto ben veicolato dal celebre produttore J. J. Adams, (tra le  tante produzioni c’è da ricordare Star Wars – Il risveglio della Forza”). 10 Coverfield Lane  inizialmente fu seguito da Chazelle che di li a poco prese altre strade per realizzare un suo progetto personale dal titolo Whiplash”. Per The Cellar nel 2014  viene scelto come nuovo regista Trachtenberg, che modificò il titolo in Valencia”, per depistare e nascondere la realizzazione originale su cui si basava l’idea per il film in fase di riprese. Solo un paio di settimane prima della distribuzione del trailer avvenuta negli States, venne diffuso il titolo definitivo del film “10 Cloverfield Lane”, nato dall’indirizzo dove si svolgono le prime scene all’interno del bunker misterioso e claustrofobico.

10-c.l

Il mio apporto è stato in fase di riscrittura: ho aggiunto dei momenti leggeri perché la storia era davvero intensa, così che il pubblico avrebbe riso con i protagonisti e si sarebbe sentito legato a loro quando fossero accadute cose più drammatiche” –  (Dan Trachtenberg).

Cloverfield Lane thriller fantascientifico

La trama:

La vicenda del film ruota intorno ad una giovane ragazza, Michelle (interpretata da Mary Elizabeth), che, in seguito ad un incidente stradale occorsogli alla guida della sua auto, si risveglia in un rudimentale bunker sotterraneo, dove un uomo, Howard Stambler (John Goodman già vincitore di un Golden Globe) gli racconta di averla salvata dopo il suo incidente. L’uomo afferma inoltre che l’umanità dell’intero pianeta versa in costante pericolo di sopravvivenza e che buona parte di essa è già stata annientata da un terribile virus contagioso, generato da un attacco chimico. La ragazza si sente rapita e percepisce come pura follia le parole dell’uomo decidendo di fuggire dalla prigione sotterranea condivisa con un terzo personaggio, Emmet (ruolo ricoperto da John Gallagher), pronto ad entrare anche lui in conflitto con Howard. I risvolti di una situazione inizialmente post apocalittica sembrano rivelare nel tempo altre verità. La concitata fuga di Michelle in costante pericolo si rivelerà la vera chiave di lettura sui fatti accaduti.

288101

“C’è un pericolo che incombe su Michelle, sia dentro un luogo chiuso che negli spazi aperti”.

I retroscena del film:

Dan Trachtenberg e J. J. Adams con appena 15 milioni di budget fino ad ora sono riusciti ad incassare oltre 69 milioni di $ negli USA, una scommessa pienamente riuscita, che con il plauso della critica cinematografica proietta 10 Cloverfield Lane  verso un successo garantito. Nel film girato in alcuni set selezionati a New Orleans e Hahnville, nello stato della Louisiana con la tecnica del found footage è presente una tensione crescente, a tratti hitchcockiana perché generata da situazioni incredibilmente paradossali, attraverso le quali si conoscono diverse verità o punti di vista che finiscono per dividere, ma soltanto la verità percepita conduce la protagonista, Michelle, verso una  presenza aliena lontana da quella che possiamo definire natura terrestre. Distribuito dalla Paramount Pictures”. 10 Cloverfield Lane si avvale di un eccellente cast e di notevoli fotografia di scena (Jeff Cutter) e composizioni musicali (Bear McCreary). Al cinema ci attende un film che promette forti emozioni mettendo  a nudo le debolezze umane sopraffatte da una costante ricerca della verità.

Antonio Gentile

Articolo precedenteOltre i Nostri Confini
Articolo successivoBiancovistamare
Nato a Napoli e di origini irpine, Antonio dopo una formazione universitaria presso la facoltà di Lettere e Filosofia “Federico II di Napoli” consegue il titolo accademico delle Belle Arti di Napoli, specializzandosi inoltre nel marketing, nel turismo e nell'informatica e lavorando come grafico e scenografo presso teatri e strutture turistiche ma coltivando da sempre l’interesse per il cinema e la scrittura (sceneggiature, racconti ed articoli). Antonio è, inoltre, autore di numerosi soggetti e sceneggiature per film, recensioni cinematografiche, interviste e conferenze stampa a registi ed attori e approfondimenti per film in uscita pubblicati sui Magazine e testate giornalistiche on-line. Da sempre scrivo soprattutto per informare, coinvolgere ed incuriosire tutti su tutto ciò che ci accade intorno!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.