Primo giorno di svendite, a Roma e Milano tanta gente in centro. A Firenze è boom per l’outlet della moda. Ma le previsioni sono fosche

Con la crisi abbiamo imparato a scegliere e chi si può ancora permettere lo shopping, nel primo giorno di saldi sembra aver puntato più sulla qualità che sulla quantità. O almeno è stato così a Roma e Milano dove la gente si è concentrata nelle vie della moda e delle firme, mettendosi ordinatamente in fila davanti alle vetrine dei grandi nomi

I DATI _ Dopo l’anteprima di mercoledì 2 in Campania, Sicilia e Basilicata, la stagione degli sconti invernali 2013 è ufficialmente partita nelle altre regioni, accompagnata da stime di spesa di poco superiore ai 200 euro a famiglia, secondo le associazioni dei consumatori. Il Codacons, sulla base di un monitoraggio in tutte le città, rileva l’alta affluenza ma parla di un calo degli acquisti del 10% rispetto alla partenza dello scorso anno, soprattutto a scapito dei piccoli negozi e degli esercizi commerciali in periferia.

ROMA: +5% DELLE VENDITE – «La partenza dei saldi è stata senza dubbio positiva. Registriamo, soprattutto in centro, un +5% di vendite rispetto allo scorso anno, mentre nelle altre vie dello shopping gli acquisti hanno mantenuto gli stessi livelli della passata stagione. È presto per un giudizio ma l’inizio è incoraggiante», ha affermato il presidente di Confcommercio Roma, Giuseppe Roscioli, stilando un primo bilancio. Molti gli stranieri arrivati a Milano e i turisti in giro tra i negozi del Quadrilatero e del centro. Nelle prime ore della mattina i milanesi, invece, hanno preferito recarsi ai tradizionali mercati rionali, presi letteralmente d’assalto. Bene Torino che ha visto una buona affluenza nei negozi, code alla casse, parcheggi completi nel centro città.

FIRENZE, TUTTI ALL’OUTLET Movimento nelle vie del centro e nel salotto della moda fiorentino. Ma la vera folla è all’outlet di Barberino del Mugello (sull’autostrada A1 si è formata anche una coda fino a 5 km, tra Calenzano e il casello di Barberino) dove si registra un aimento del 50% delle presenze rispetto allo scorso anno e al centro commerciale al confine con Prato. In difficoltà le città del sud tra cui Bari dove l’affluenza alle svendite è stata per ora modesta, mentre a nord le cose vanno meglio. A Trieste e in Friuli Venezia Giulia la stagione dei saldi lascia ben sperare.

Fonte: Corriere.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.