Presentazione di “Ritorno all’opera” con Chianelli, De Lorenzo e Di Cecio e altri appuntamenti dell’ultima giornata del Festival Salerno Letteratura

Si è svolta questa mattina nell’ambito del Festival Salerno Letteratura, alle ore 11.30 nella chiesa dell’Addolorata di Salerno, la presentazione del libro “Ritorno all’opera“. Si tratta della nuova pubblicazione di Teatro di San Carlo Edizioni, ideata da Luca De Lorenzo e Giovanni Chianelli, e disegnata da Michela Di Cecio. Un libro illustrato “per bambini di tutte le età”, di cui si è parlato, alla presenza degli autori, nell’incontro condotto da Libera Durante.

Ritorno all'opera

Da sinistra: Chianelli, Durante, Di Cecio e De Lorenzo

Tra i personaggi presenti nel libro troviamo Luca De Lorenzo, cantante lirico, e Ivan Dalia, pianista e compositore non vedente, accompagnati da un bambino chiamato Tancredi, come l’opera di Rossini. In stile “Ritorno al futuro”, questi personaggi viaggeranno indietro nel tempo e conosceranno tutti i compositori più famosi, tra cui Mozart, Beethoven, Giuseppe Verdi e Donizetti.

I testi sono curati dal giornalista de Il Mattino Giovanni Chianelli, e l’ispirazione è un immaginario un po’ “topoliniano”, in cui Luca e Ivan si muovono con Tancredi, che rappresenta la purezza dell’infanzia di fronte allo spettacolo dell’opera.

Ritorno all’opera: il progetto

«Questo progetto» ha raccontato Luca De Lorenzo «è nato durante il Covid. Dopo varie riflessioni, abbiamo deciso di proporlo al Teatro San Carlo di Napoli, per i suoi riferimenti alla musica e all’opera lirica, e la direttrice del teatro ne è stata entusiasta».

Ritorno all'opera

«Per lo stile da adottare» ha spiegato Michela Di Cecio «ci siamo ispirati al mondo dei cartoon, in modo che potesse piacere a tutti: uno stile disneyano. L’idea di partenza era quella di creare un albo illustrato, che poi si è trasformato in un libro di narrativa, con racconto molto più ampio, ed è stato reso fruibile a tutti, anche ai sordi e ai chiechi, con una copertina in codice Braille e non solo».

All’interno del Museo del Teatro San Carlo, infatti, sarà posta un’installazione con cui tutti potranno fruire del libro attraverso immagini, la lingua dei segni e l’audio.

Una narrazione inclusiva

Luca De Lorenzo ha inoltre ricordato che «È la prima volta che in un fumetto di questo tipo viene incluso un personaggio non vedente», peculiarità che rende il libro ancora più vicino al mondo dell’infanzia per raggiungere tutti i tipi di linguaggio.

Ritorno all'opera

«È nato un bel progetto sull’inclusione» ha commentato Giovanni Chianelli. «Devo fare i miei elogi a Luca, che oltre ad essere cantante è anche attore e scrittore di racconti, e si è cimentato per la prima volta in un progetto di questo tipo, e a Michela, che ha fatto una ricerca filologica e storica molto approfondita sul tema. Un ringraziamento va anche al direttore della Scuola Italiana di Comix, che ce l’ha fatta incontrare».

Si tratta di un’opera letteraria davvero unica, perché unisce elementi didattici ad altri richiami ed elementi tratti dal mondo del cinema e della musica.

Ritorno all’opera: la trama

«Tancredi» ha affermato Chianelli «rappresenta colui che fruisce dell’opera lirica, tanto che inzialmente, nella narrazione, è l’unico a rimanere in sala dopo lo svuotamento del teatro a causa della sua curiosità. Abbiamo rimarcato questo concetto perché a volte sembra che l’opera sia una materia da museo, polverosa, invece è qualcosa che può appassionare» ha sottolineato, «e stupisce che nelle scuole non ci sia un insegnamento specifico per un genere musicale che l’Italia ha contribuito a creare».

Ritorno all'opera libro

I personaggi di Ritorno all’opera si muovono avanti e indietro nel tempo, passando per una Napoli in cui non è stata ancora costruita la Galleria Umberto I. I disegni di Michela Di Cecio, in tal senso, sono riusciti a rendere perfettamente il concetto di viaggio nel tempo.

«Spesso si va al teatro solo perché si ha l’abbonamento» ha precisato poi Luca De Lorenzo «e per questo il pubblico non è dei più invogliati. Invece, parlando a un bacino di utenti come quello dei bambini, si può creare qualcosa di molto bello».

Inoltre, il piccolo protagonista Tancredi ha un “flauto magico” nella tasca, il suo smartphone, perché con questa narrazione non si vuole demonizzare la tecnologia. Anzi, come ricordato da Chianelli, siamo anche di fronte alla “prima opera di fantasia con un esplicito riferimento alla pandemia“, perché Ritorno all’opera è un racconto calato nel presente, con tutte le sue criticità e la bellezza che comunque viviamo, anche grazie alla musica.

Salerno Letteratura: ultima giornata

E stasera proseguuirà l’ottava e ultima giornata del Festival Salerno Letteratura, quest’anno alla sua decima edizione, con un gran finale che vedrà alternarsi sul palco ospiti d’onore come Daria Bignardi, Alan Friedman e Aristarco.

Festival Salerno Letteratura

Alle 19.45, infatti, presso il largo Barbuti ci sarà Diego De Silva, autore di Sono felice, dove ho sbagliato? (Einaudi) insieme a Paolo Di Paolo. Al Duomo, invece, si terrà un collegamento con Alan Friedman, autore di Il prezzo del futuro (La Nave di Teseo).

Alle 21, presso il teatro del Convitto Nazionale, si svolgerà lo spettacolo “Sulle orme di Dante” con Daniele Aristarco, autore di La Divina Commedia. Il primo passo nella selva oscura (Einaudi Ragazzi), con accompagnamento musicale di Giufà Galati.

E poi alle 22, in largo Barbuti, sarà possibile assistere all’incontro con Daria Bignardi, autrice di Libri che mi hanno rovinato la vita (Einaudi), per la conduzione di Paolo Di Paolo. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito web ufficiale www.salernoletteratura.com.

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
0
Amore
0
Non saprei
0
Divertente
0
Maria Cristina Folino
Laureata in Pubblicistica e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione d'interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, dal 2008 collabora con stampa locale e giornali online. Già docente di scrittura creativa ed esperta di comunicazione digitale, lavora come giornalista, social media manager e copywriter. Impegnata con associazioni e no-profit, ha vinto numerose competizioni artistico-letterarie a livello nazionale. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie con Aletti Editore ("Ali di Gabbiano", Roma 2008) e due ebook, una fiaba e un saggio, con Edizioni Il Pavone. Su Instagram ha un account dedicato a libri e moda: seguila su @fashionreadersit

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Campania