L’orzaiolo è un’infiammazione acuta delle ghiandole sebacee che si presenta alla base delle ciglia. Può formarsi sia esteriormente alla palpebra che interiormente (dipende da quale ghiandola colpisce). E’ causato da un’infezione batterica da stafilococco. Si presenta come un accesso o gonfiore di colore rosso. Quando il dotto escretore della ghiandola si ostruisce completamente, l’orzaiolo può cronicizzare ed evolversi in calazio.

Le cause principali sono: scarsa igiene e pelle poco detersa che consentono ai batteri di penetrare all’interno e di formare l’infezione. Attenzione: l’orzaiolo è contagioso.  I sintomi sono molteplici: si ha irritazione, senso di peso e di dolore e in alcuni casi il calazio può provocare anche astigmatismo.

occhio-01orzaiolo-2

La prevenzione è la prima terapia: basta lavarsi sempre le mani prima di toccarsi gli occhi, anche se si è stati solo a casa. Solitamente l’orzaiolo è semplice da curare, infatti in pochi giorni l’occhio tende ad assorbire i liquidi e ritorna normale, per aiutarlo si devono fare degli impacchi caldi di camomilla. Invece per il calazio la terapia è diversa: ci dovranno essere modificazioni dietetiche (evitare insaccati), si devono applicare bende e fare massaggi per liberare spontaneamente il dotto, nei casi più gravi si deve asportare chirurgicamente.

Valentina Cotugno

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.