Home Moda Giovani Stilisti Magliano vince il contest italiano “Who Is On Next? Uomo 2017”

Magliano vince il contest italiano “Who Is On Next? Uomo 2017”

Il giovane designer Luca Magliano conquista la giuria e vince il noto contest “Who Is On Next? Uomo 2017”.

And the winner is… Luca Magliano. A Palazzo Vecchio, durante la prima giornata della 92esima edizione di Pitti Uomo, il giovane stilista è stato incoronato vincitore della nona edizione di Who Is On Next? Uomo 2017, il concorso di moda per fashion designer emergenti realizzato dalla Fondazione Pitti Immagine Discovery, promosso da Pitti Immagine Uomo in collaborazione con AltaRoma e l’Uomo Vogue.

“Si tratta di una valida proposta e con una precisa visione stilistica, capace di impressionare per l’estro che esprime. Luca Magliano ha dato vita a un concept chiaro, completo e minimalista, un “editing dell’indispensabile” nel guardaroba maschile di oggi. Molto apprezzato per la manifattura di qualità, l’attitudine decisa del marchio e la personalità, Magliano ha raggiunto risultati di indiscutibile contemporaneità, tra accenti genderless e ispirazioni military dall’ironico twist” grazie a queste qualità, Luca Magliano ha conquistato la prestigiosa giuria composta da buyer, giornalisti, opinion maker ed esperti del settore, tra i quali: Antonio Cristaudo, Simonetta Gianfelici, Sara Maino, Riccardo Vannetti, Chris Vidal, David Wilkinson e dai partner Beppe Angiolini, Luca Giusti, Gabriele Baldinotti e Alfredo Canducci Pais Ferreira.

Il designer emergente di origini bolognesi, dopo aver concluso gli studi a L.UN.A., la Libera Università delle Arti, vive per un periodo a Milano, per poi tornare a Bologna, dove inizia a lavorare con la stilista Manuela Arcari alla progettazione delle linee Hache e Ter et Bantine. In seguito, presenta a Parigi il progetto womenswear “I was naked” per la P/E 2016 e l’anno seguente debutta nel fashion system con il lancio della prima capsule collection maschile che porta il suo nome e prodotta da Arcari e Co.

Il vincitore ha ottenuto un rimborso spese in denaro, la produzione di un evento di presentazione in occasione della prossima edizione di Pitti Uomo e un servizio di tutoraggio gratuito per un anno fornito dalla nuova direzione Pitti Tutorship.

Magliano è riuscito a portare a casa anche i premi dei quattro Partner del concorso, dal sostegno di Fashion Valley, la piattaforma progettata da MIT-Massachusetts Institute of Technology con la collaborazione della Camera di Commercio di Prato a quello di Herno, brand italiano leader nel luxury outerwear fondato nel 1948 da Giuseppe Marenzi, conquistando anche l’opportunità di vendere la sua collezione all’interno del concept store Sugar e quella di presentare la propria collezione durante la campagna vendite all’interno della showroom parigina Tomorrow Limited.

Tra i finalisti Bad Deal, Magliano, MatteoLamandini, Milano140, Omar, Selfmade by Gianfranco Villegas, la giuria ha deciso di assegnare due menzioni speciali ai brand “Bad Deal” del writer Zoow24 e della designer Marina Rubini e a “Selfmade by Gianfranco Villegas” per un’accurata e ampia ricerca stilistica.

Articolo precedenteUn autentico successo per la prima de “Il sogno di Clio”
Articolo successivoUn successo per la prima edizione di “Miss Nipfood”
Determinata, creativa e sognatrice, nata a Roma nel 1994, è iscritta all’Università La Sapienza di Roma dove attualmente frequenta il terzo anno del corso di laurea in Scienze della Moda e del Costume con l’obiettivo di accrescere le sue competenze professionali e trasformare la passione nei confronti del Fashion System da sogno a realtà, da hobby a professione. Insieme ai viaggi, la moda e la comunicazione sono da sempre le sue più grandi passioni. Il profondo interesse per la scrittura e la comunicazione le ha permesso di collaborare con diverse testate giornalistiche come freelance fashion editor stylist, tra le quali www.fashionnewsmagazine.com, www.snapitaly.it, www.modasapienza.com, www.modadivas.com e il semestrale WRPD Magazine. Curiosa, determinata e intraprendente, ha frequentato un corso di Sartoria Base presso il LabCostume, un corso di fotografia presso l’associazione OfficineDada, un corso online di Personal Shopper e Consulente d’immagine e preso parte anche a numerosi workshop organizzati dall’Istituto di alta formazione “Eidos” in Giornalismo radiotelevisivo e Comunicazione e giornalismo di moda e dall’Istituto Europeo di Design “Ied” in Moda trasversale imparando nozioni utitli per l’accrescimento delle sue esperienze in ambito giornalistico. La collaborazione con l'ufficio stampa della maison di moda romana Gattinoni le ha dato la possibilità di allestire la mostra "In Acqua: H2O molecole di creatività" sita alle Terme di Diocleziano a Roma, a cura di Stefano Dominella e Bonizza Giordani Aragno e di partecipare come ospite alla rubrica “Moda di moda” all’interno del programma “Fatti Vostri” e al programma “Tg2 Insieme” in onda su Rai 2. Da perfetta “addicted traveller”, a soli 22 anni ha avuto la possibilità di girare il mondo entrando in contatto con culture molto diverse tra loro e paesaggi suggestivi da togliere il fiato. Alla costante ricerca di nuove ispirazioni per dar vita a trend originali e mai banali, ha preso parte alla manifestazione Pitti Uomo 89 e Pitti Uomo 90 a Firenze e all’edizione di luglio 2015, gennaio e luglio 2016 di AltaRoma Altamoda a Roma perché come affermò Bill Blass, “lo stile è soprattutto una questione d’istinto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.