GOLDEN FOOT AWARD MONACO 2014
Il Best Player 2014 è Andres Iniesta

Lorena Baricalla, ore e ore davanti alla sbarra, gli specchi duri e intransigenti, il respiro accellerato che si trasforma in sospiro, la ragazza d’acciaio, che passa la vita tra plies, pirouette, arabesque, che ha calcato i più importanti palcoscenici del mondo, danzando con il grande Nureyev, Eric Vu An etoile dell’Opera di Parigi e Frederic Olivieri etoile dei Balletti di Monte-Carlo e già direttore della Scala di Milano, duettando con artisti come José Carreras e Montserrat Caballé, entra in una nuova dimensione, non per questo meno affascinante, nel mondo della moda, come testimonial.

Un approccio colto alla moda, mai didascalico o ripetitivo: Lorena Baricalla “interpreta” passioni e concezioni stilistiche di brand internazionali, come una libellula, delicata e affascinante, ma in realtà precisa e vigorosa, con il suo carattere forte, forgiato dalla sua attività. E’ l’identico intuito creativo, il suo, che l’anima sulla scena e nella vita dove è diventata un personaggio cult, donna che veste la moda, la interpreta, la sua è la filosofia del createur.

4

Quando si parla di te è difficile darti una connotazione, perché sei quello che si definisce un’artista a 360 gradi. Sei Etoile, cantante ed attrice con una carriera internazionale, e ti sei esibita in più di 35 paesi nel mondo. Dopo aver danzato i primi ruoli ai Balletti di Monte-Carlo hai fondato la tua società di produzione, Promo Art Monte-Carlo Production, che ti produce come artista e sviluppa i tuoi numerosi progetti. Inoltre sappiamo che crei le coreografie dei tuoi spettacoli con un cast fino a 100 artisti. Ora con un’energia inesauribile hai appena presentato il prestigioso Golden Foot Award Monaco sotto l’Alto Patrocinio del Principe Alberto di Monaco ….

Sì, si tratta di una grande vetrina internazionale e di un premio dato ai più grandi calciatori della storia. La particolarità è che coloro che lo ricevono, fra i quali ci sono stati per esempio Maradona e Pelé, lasciano le loro impronte colate nel bronzo sulla Champions Promenade di Monte-Carlo.

Lorena come è nata la tua idea di legare la moda al Golden Foot Award Monaco?

Nel momento che ne sono diventata la Master of Ceremonies ho voluto portare con me il mio backgroung ed essendo un’artista, mi è stato spontaneo fare questo collegamento.

Per me era fondamentale portare il glamour, magicamente creato dal fashion, all’evento, non solo indossando, ma interpretando in maniera diversa i vari outfits, essendo artista in tutto quello che faccio. Legare calcio, show e moda è stato per me naturale, tutti i fashion brands sono rappresentati da sportivi, cantanti o attori.

Che modelli hai scelto?

Durante i 4 giorni dell’evento ho portato in anteprima mondiale 25 outfits delle fantastiche collezioni 2015 di Uel Camilo e Sveta, abbinate a 25 paia di scarpe d’eccezione di Joshua Fenu, sia per le 20 interviste ufficiali che per la Footprints Ceremony. Inoltre per presentare il Gala degli Awards nella nota Salle des Etoiles dello Sporting di Monte-Carlo i 5 favolosi abiti da red carpet sono stati realizzati in esclusiva per me da Uel Camilo.

Ed i gioielli?

Ho portato la “Princesse Grace Collection” di Montblanc Haute Joaillerie e questo mi ha reso molto felice in quanto noi tutti conosciamo la principessa per essere stata un’icona di eleganza nota in tutto il mondo. Eppoi anche Stroili Gioielli,Teresa Amato Gioielli, Nhero e Ortys.

Chi ha curato i tuoi look?

Una mia carissima amica Paola Emilia Monachesi, nota manager del settore e Fashion Director della Promo Art Monte-Carlo Production, la nostra società che cura la produzione ed il management dell’evento Golden Foot. Abbiamo fatto la selezione fra decine e decine di capi durante la Milano Fashion Week in un tour frenetico fra gli uffici stampa e gli showrooms! Paola ha fatto un lavoro eccezionale curando ogni dettaglio.

Da cosa nasce la tua abilità a saper interpretare in modo diverso ogni capo?

Essendo un’artista ho molta sensibilità e per me ogni abito è come un costume nel teatro della vita che a seconda del nostro mood mette in avanti una sfaccettatura della nostra personalità.

10390481_778182072244999_5051513114942764641_n

Quali sono le prossime tappe per la futura edizione del Golden Foot?

Come Master of Ceremonies ho lanciato questa 12° edizione dal Qatar, e possiamo già dire in anteprima che l’annuncio dell’edizione 2015 si terrà ad aprile prossimo sul continente americano e che si aderirà anche all’Anno della Russia promosso dal Governo Monegasco premiando un grande calciatore russo.

Il pubblico è rimasto affascinato dalla tua abilità a presentare l’evento addirittura in 5 lingue, inglese, francese, italiano, tedesco e spagnolo, un exploit che ben pochi sono in grado di fare!

Si, effettivamente ho voluto portare avanti questo challenge, peraltro obbligatorio visto che essendo un evento internazionale molti degli ospiti parlano solo determinate lingue e quest’anno ho aggiunto anche un tocco di giapponese! Abbiamo inoltre voluto dare l’allure di un grande show con orchestra, corpo di ballo, performers, e presentazione di moda.

Sei diventata la padrona di casa del Golden Foot Award, accogliendo sul palco grandi personaggi dal mondo intero nel Principato.

Si, e ne sono fiera anche perché Monaco è il mio paese! L’evento è stato seguito dalle televisioni e media di tutto il mondo ed abbiamo avuto un parterre di ospiti con prestigiosi personaggi e grandi campioni del mondo sportivo. Per creare il ponte fra la Walk of Fame degli attori a Los Angeles e la Champions Promenade di Monte-Carlo, gli unici posti al mondo dove si appongono delle impronte, ho chiamato l’attrice Jon Mack interprete peraltro di un film sul calcio con Gerard Butler.

SAV_8467

 

Chi hai premiato quest’anno?

Sei fra i migliori campioni di football mondiali fra i quali Mia Hamm, in America considerata un mito, prima donna a lasciare dopo 70 uomini le sue impronte sulla Champions Promenade. Mia Hamm compare nella lista FIFA dei 125 migliori giocatori viventi , scelti da Pelé. Mia Hamm ha anche creato un’organizzazione nazionale senza scopo di lucro, la MIA HAMM FOUNDATION, che è dedicato alla raccolta di fondi e di sensibilizzazione per le famiglie che hanno bisogno di un midollo osseo o trapianto di sangue del cordone. Devo dirti, da donna, che la sua presenza e la sua premiazione mi hanno particolarmente colpito ed emozionato.

E chi è risultato essere il vincitore del premio Best Player of the Year votato dai fans sul web come miglior calciatore?

ANDRES INIESTA! Andres Iniesta, spagnolo, entrato nella storia della Nazionale spagnola per aver segnato il gol decisivo nella finale di Coppa del Mondo in Sud Africa, un campione, emozionatissimo ma felice ed orgoglioso di essere il primo giocatore spagnolo a ricevere un così importante riconoscimento.

E allora, Lorena, grazie di questa piacevolissima intervista e arrivederci…negli Usa in aprile!!!!!

 

Interview by Cristina Vannuzzi Landini

Oufits: Uel Camilo e Sveta – Joshua Fenu’s shoes

Gioielli: MontBlanc Haute Joaillerie “Princesse Grace Collection”, Stroili, Teresa Amato Gioielli, Nhero e Ortys.

Shootings by Edland Man

www.lorenabaricalla.com

www.promoart-montecarlo.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.