Home Bellezza Estetica L’ombelico perfetto

L’ombelico perfetto

Nell’antichità l’ombelico rappresentava il principio della creazione.
Il più famoso era quello del tempio di Apollo a Delfi: una roccia scolpita a forma di arnia considerata il simbolo del centro del mondo; il punto in cui il mondo sotterraneo e quello superiore si incontravano.

Ai giorni d’oggi, invece, non c’è niente di più sexy per un uomo che un ombelico nella sua forma perfetta. Se ha la forma di un ovale verticale o di una «T» è quasi impossibile riuscire a resistere al suo fascino. E le ragazze, fino da quando cominciano a vestirsi da donne, lo sanno bene, tanto che non hanno esitato a tuffarsi nella moda dei pantaloni a vita bassa, pur di metterlo in mostra con grande naturalezza. Senza contare dei piercing e tatuaggi che lo circondano come se fossero cornici di un quadro. Insomma, l’ombelico è un messaggio chiaro di femminilità e sensualità. In definitiva è una cicatrice, che assume forme diverse da individuo a individuo. Anche se non è ancora chiaro il perchè ci sia questa varietà di forme, è evidente che le persone abbiano delle preferenze. Sembra che gli ombelichi considerati più belli e sexy, in generale, siano quelli che hanno la forma di ovale verticale o a «T».

Chiediamo al Prof. MARIO DINI di fare il punto su questa parte così sexy della donna e come poter intervenire per modificare dei difetti.

Alcuni autori americani hanno cercato di identificare con l’ausilio di un programma computerizzato (l’estetica Analyzer) quella che potesse essere la forma, la dimensione, la profondità e la posizione dell’ombelico ideale nell’addome di una donna.

Nel presente studio, l’estetica Analyzer è stato utilizzato per determinare i parametri dell’ombelico di 37 modelle bellissime di play boy.

Sulla base delle immagini analizzate, l’ombelico ideale possiede le seguenti proprietà:

  • un rapporto verticale/orizzontale 46:54 (rispetto al processo xifoideo e il limite anteriore della fessura vulvare);
  • posizione orizzontale mediana, una lunghezza che è 5% della lunghezza dal processo xifoideo al limite inferiore della fessura vulvare;
  • una forma ovale senza incappucciamento (29,8%) o incappucciamento superiore (21,6%).

La posizione, la forma, le dimensioni, e la profondità dei dell’ombelico influenzano l’estetica complessiva del ventre. Quindi, la plastica dell’ombelico è una parte fondamentale della chirurgia estetica e ricostruttiva della parete addominale.

La consapevolezza della posizione ideale, la forma e la dimensione dell’ombelico possono essere molto utili per realizzare con successo la ricostruzione dell’ombelico durante un’addominoplastica o una lipoaddominoplastica.

Cristina Vannuzzi Landini

Prof Mario Dini Specialista in chirurgia plastica e chirurgia estetica

www.mariodini.it

Le Sedi: Prof. Mario Dini – via La Marmora, 29 Firenze, FI 50121

Tel: 055 570797

Milano: Prof. Mario Dini – Viale Luigi Majno, 3 Milano, MI 20122

Tel: 02 21118715

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.