Barcellona. Il cantiere della Sagrada Familia sarà portato a termine nel 2026 per i cento anni dalla morte di Antoni Gaudí. Lo ha confermato il direttore dei lavori della basilica simbolo della città catalana, la cui costruzione è iniziata più di un secolo fa, nel 1882. «Se manteniamo questo ritmo, l’obiettivo sarà rispettato e i lavori saranno chiusi nel 2026», ha detto ottimista l’architetto Jordi Faulí, 54 anni. Un obiettivo fissato tre anni fa proprio per far coincidere la fine dei lavori con il centenario della scomparsa del geniale architetto, morto nel 1926 investito da un tram poco lontano dal cantiere della sua opera più maestosa, e al quale si deve anche tra l’altro il parco Güell, la casa Milà e la casa Batlló, sempre a Barcellona. Dell’edificio religioso, che papa Benedetto XVI consacrò nel 2010, è ormai in piedi il 65%. Il restante 35% deve ancora essere costruito. Entro la fine del 2013 è previsto il completamento della parte strettamente architettonica. Resterà quindi da realizzare una serie di dettagli artistici che Gaudí aveva previsto nel progetto originale. La costruzione della Sagrada Familia, uno dei monumenti più visitati in Spagna, è finanziata da donazioni e dalla vendita dei biglietti di ingresso. Solo grazie ai turisti vengono raccolti ogni anno tra i 13 e i 20 milioni di euro.

di Luana De Micco, edizione online, 19 settembre 2013

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.