Oggi parliamo di mercati, sapete quali sono i più importanti no? Alla fine si leggono in qualsiasi sito internet o guida della città. Io vi parlerò di loro e vi porterò alla scoperta degli angoli più nascosti di questi mercati all’aperto o al chiuso e vi indirizzerò verso alcuni più piccoli e meno conosciuti.

Quello di Camden Town, lo dovreste già conoscere se avete letto il mio precedente articolo, quindi passiamo ai successivi. 

Il Borough Market è d’obbligo. Prodotti freschi, ma anche bancarelle di street food per qualsiasi gusto e preferenza. Per i salutisti frutta e verdura di stagione, pesce o carne, uova di struzzo o centrifughe di erba, pane e formaggio, red velvet o cupcake, diverse tipologie di cereali o di marmellate o anche di miele e molto – e dico molto – altro ancora. Ogni volta che sono a Londra è la mia tappa preferita ed ogni volta cambio il menù. Avete anche la fortuna che è aperto tutti i giorni ed io consiglio di andarci al mattino, per ora di pranzo, perché potrete ancora godere di tutto.

Portobello market è un altro che adoro. Qui ho trovato la mia collana vintage che non levo mai, un oggetto che mi tiene con il cuore sempre verso questa incredibile città. Scendete a Notting Hill Gate questo mercato è vario, all’inizio troverete maggiormente bancarelle vintage, vinili, gioielli, soldatini o scarpe e guantoni in cuoio che vi riporteranno all’inizio del ‘900. Più avanti andrete più il tema si sposterà verso il cibo – come al solito – ma anche verso il giardinaggio, potrete trovare fiori e piante di ogni tipo! Il mio consiglio è di evitare il fine settimana, o vi sarà impossibile camminare.

Passeggiando invece tra le bancarelle del mercato di Brick Lane respirerete l’aria carica di spezie tipica dei tradizionali mercati indiani. Prima importante precisazione, il mercato di Brick Lane si svolge solo la domenica ed è ad East London. Le persone che ci vedrete camminare rispecchiano alla perfezione ciò che ci si aspetta da una città come Londra, ma se volete un consiglio meglio andarci di mattino. Le sue bancarelle sono un paradiso per tutti gli amanti del vintage o, in generale, di ciò che è “di seconda mano”. Inoltre Rough Trade, un negozio di dischi, vinili, libri e ora anche bar, è un must per gli amanti della musica, che ci potrebbero perdere l’intera giornata. Qualsiasi genere o disco cerchiate lì lo troverete. Ma armatevi di pazienza perché le cose da guardare sono molte, e anche la folla che c’è non aiuta.

Anche per quanto riguarda il cibo questo mercato è decisamente azzeccato – come ognuno del resto -: ci sono diverse bancarelle lungo la via e soprattutto ci sono due stand – al coperto – con specialità gastronomiche da tutto il mondo.

Una postoche io adoro, è il Beigel Shop a Brick Lane street percorretela tutta e quasi al fondo troverete The first and best Britain beigel shop, e attenzione attenzione, è aperto 24h su 24! Io adoro quello al cream cheese e salmone, ma anche la classica cheesecake ed il brownie non sono da meno e il tutto a massimo 2£. Se invece del mangiare non ne potete più – e vi capisco, non faccio altro che consigliarvi posti dove mangiare -, andate a prendervi una pinta al pub The Ten Bells dove si dice che Jack The Ripper – Lo Squartatore – scegliesse ed adescasse le sue vittime. Il pub conserva ancora alle pareti le piastrelle decorate con disegni originali dell’epoca, inoltre è in fronte all’ingresso di Spitafield Market, un altro mercato coperto, il cui contorno è caratterizzato da negozi molto particolari di arredamento per i quali io stravedo, anche se alla fine non compro mai nulla, perché spiegatelo poi a mia madre che torno a casa con un attaccapanni a forma di palma o una sedia a dondolo.

Il Columbia Market è probabilmente il mercato dei fiori più rinomato di Londra ed essendo molto vicino a Brick Lane, crea l’accoppiata ideale per la domenica pomeriggio. Il mercato è piccolino ma molto molto carino e tradizionale. Non aspettatevi altro che fiori e fioristi che, indossando il tradizionale grembiule verde, urlano, in un inglese incomprensibile, le offerte del giorno. Ma alla fine noi italiani siamo abituati a questi mercati no?

Tra i mercati Broadway Merket è forse il più trendy od almeno quello dove potrete incontrare le persone vestite in maniera più eccentrica per essere sempre al passo con le ultime tendenze londinesi. Non è grosso come il mercato di Brick Lane ma ha il vantaggio di essere vicino al parco di London Fields ed in una via, Broadway market appunto, con pub, café e ristoranti che vi faranno innamorare di Londra. Qui troverete decine di bancarelle con specialità gastronomiche squisite e, in alcuni casi, cucinate davanti ai vostri occhi. Uscendo dal parco e proseguendo verso la fine del mercato troverete anche le immancabili bancarelle con vestiti di seconda mano ed oggetti kitsch anche se niente di paragonabile a Brick Lane.

Se si ha voglia di comprare qualcosa in un ambiente piacevole e al tempo stesso approfittare per vedere pubbliche esibizioni di artisti di strada allora il Covent Garden market è quello che occorre. Si tratta di un mercato coperto, una galleria su due piani in cui si possono trovare negozietti pieni di souvenir oppure oggettistica per collezionisti. Se poi si ha voglia di mangiare qualcosa di sfizioso ci sono venditori ambulanti di waffles, e tutti i tipi di dolciumi possibili, ma anche specialità inglesi da gustare stando seduti al tavolo, mentre al di sotto delle scale la lirica o il violinista si esibiscono. Di Covent Garden adoro questa atmosfera che sembra portarti dritto indietro alla metà del 1800, dove le signore portavano vestiti con ampie gonne e avevano in mano ombrellini per ripararsi dal sole, lo scalpitio dei cavalli sui sanpietrini e uomini che discutono sulle questioni politiche dell’epoca. Adoro anche Whittard of Chelsea perché so di poterci trovare sempre degli ottimi infusi, Ben’s Cookies, che scoprii con una mia amica perché era proprio di fianco alla nostra scuola e quindi era tappa fissa prima e dopo lezione, ed infine Stanfords Map and Travel fondato per noi accaniti viaggiatori. Per questo storico emporio, del 1840 circa, sono passati Sherlock Holmes e Byron, quindi non potrete non passarvici voi.

L’ultimo, ma non ultimo per importanza, che vi propongo è quello che più mi sta a cuore, e dove vado ogni volta a scegliere il regalo per mia zia – dei fantastici orecchini di ambra artigianali -. È nel cuore di Londra, in Piccadilly Street e poco prima Fortnum & Mason, è vibrante ed affascinante ed è allestito davanti St James’s Church – costruita da Sir Christopher Wren, architetto di St Paul’s Cathedral -: è il Piccadilly Market. Qui come in ognuno troverete cibo, arte, gioielli o prodotti artigianali, antiquariato, oggetti da collezionismo e stampe di Londra. È perfetto per passare un pomeriggio alla ricerca del regalo perfetto, proprio come faccio io. Ma attenzione non tutti i giorni troverete tutto! Il food market ci sarà il lunedì ed il martedì, il resto dal martedì al sabato.

Non vi resta che partire e scoprire tutto!

Alla prossima!

Marina Greggio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.