Home Attualità Grandinate record. L’agricoltura italiana in ginocchio

Grandinate record. L’agricoltura italiana in ginocchio

L’estate è ancora agli inizi, ma già si fa la conta delle forti grandinate che hanno devastato tutta l’Italia. Le ricadute sulla produzione agricola sono oltremodo negative ed incideranno anche nel proseguo della stagione delle colture.
A lanciare l’allarme, Coldiretti che in un comunicato stampa ha segnalato l’impatto fortemente devastante per le colture locali.

Nel metapontino, secondo Coldiretti, oltre 10 milioni di danni

Gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici. Photo edit by giornalemio.it/

La Coldiretti Basilicata, ad esempio, ha fatto sapere che nel metapontino si sono stimati oltre 10 milioni di danni. Una cifra incommensurabile che rischia di affossare la produzione in un’area particolarmente ricca di prodotti tipici.
Dall’inizio dell’estate 2019 si conta una media di sei grandinate al giorno, esattamente in doppio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.
E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati ESWD. in occasione dell’ultima ondata di maltempo.
In realtà, forti grandinate hanno colpito non solo la Basilicata ma tutta l’Italia tranciando intere coltivazioni.
Dal Veneto all’Emilia Romagna, dalla Toscana fino alle Marche è già partita la conta dei danni che potrebbero ammontare a milioni di euro.
La grandine – precisa la Coldiretti – è l’evento atmosferico più temuto dagli agricoltori in questo momento.
I chicchi si abbattono su verdure, frutta e cereali prossimi alla raccolta provocando danni irreparabili alle coltivazioni mandando in fumo un intero anno di lavoro
”.
Manifestazioni temporalesche violente accompagnate da chicchi di ghiaccio anche di grandi dimensioni sono caduti a macchia di leopardo lungo la Penisola. E hanno provocato gravissimi danni alle coltivazioni in campo, dal pomodoro alle pesche, dai meloni alle mele, dal grano al mais ma anche alle serre”. Si inizia a fare la conta dei danni, ma si tenta anche di capire l’origine di un fenomeno di matrice antropica.
Gli effetti del cambiamento climatico sono ormai risaputi a livello globale. Il surriscaldamento terreste e la tropicalizzazione del clima sarebbero tra le principali cause dell’aumento di precipitazioni improvvise.
Precipitazioni imprevedibili che si abbattono sempre più frequentemente e in maniera molto violenta anche sulla nostra Penisola. I disequilibri sono evidenti: dalla mancanza di una netta linea di demarcazione tra le stagioni ad improvvise escursioni termiche.

Gli effetti devastanti delle grandinate. In Italia, la conta dei danni

Tali alterazioni del clima non possono che generare squilibri sull’ecosistema che fatica ad adattarsi alle mutanti condizioni ambientali ed atmosferiche. Una iperbole che difficilmente potrà arrestarsi e che da diversi anni sta irrimediabilmente compromettendo le coltivazioni.

L’impatto economico è disastroso. Le stime, fa sapere Coldiretti, prevedono “costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio”. E questo comporta “perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne”.

Marianna Gianna Ferrenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.