Grande successo per la pittrice internazionale Ester Campese in arte Campey con la sua opera “Lady 20” alla mostra “Stream of Consiuosness”, inaugurata il 5 ottobre a Milano, che ha visto la partecipazione di numerosi artisti.

“Lady 20” è un omaggio alla femminilità e all’eleganza degli Anni Venti. Questa opera fa parte di una collezione che l’artista ha voluto dedicare alle donne e che sarà inclusa in una mostra personale – attualmente in collaborazione – che si terrà a fine 2016.

Campey, accompagnata dal suo mentore Riccardo Bramante, si è detta molto contenta della sua partecipazione alla exibition organizzata a cura dell’Associazione Arte Italia del presidente dott. Giuseppe Colombo e attentamente selezionata dall’art director e critico d’arte dott.ssa Adriana Conconi Fedrigolli. La mostra sarà visitabile fino al 28 ottobre presso l’antico Palazzo del Senato – sede dell’archivio di Stato di Milano – di cui è presidente il dott. Benedetto Luigi Compagnoni che si è dichiarato soddisfatto dell’iniziativa.

ester-campese-e-riccardo-bramante

Al vernissage diverse le rappresentanze istituzionali sia italiane che straniere, alcune delle quali premiate per l’essersi distinte nella divulgazione di arte, eventi culturali e promozione delle eccellenze italiane nel mondo. Tra i premiati: dott. Enrico Molinari in rappresentanza del Senato italiano, il vicepresidente di Confassociazioni Iternational che ha ritirato il premio per conto del presidente Salvo Iavarone, la dott.ssa Yang Ling a capo della delegazione governativa cinese, la nota cantante e attrice Elena Presti, la dott.ssa Lorena Maria Franchi in rappresentanza del Principato di Monaco, la Presidente dell’Opera umanitaria ASA Italia Milena Polidoro e l’artista Josep Maria Alarcòn in rappresentanza della Spagna.Presenti anche le rappresentanze del Capo di Stato Maggiore in Milano e diversi imprenditori milanesi.

elena-prestoyang-ling-ester-campese

Il dott. Giuseppe Colombo – ringraziando gli ospiti e gli artisti intervenuti- ha rammentato come l’arte e la cultura siano l’origine, e allo stesso tempo, la frontiera della competitività del “Made in Italy”, e come l’associazione Arte Italia Cultura sia riuscita a rafforzare non solo gli scambi culturali della nostra penisola, ma anche favorire gli scambi commerciali internazionali.

Laura Gorini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.