Home Moda New Style Basic o stampata? La writed t-shirt fa la differenza

Basic o stampata? La writed t-shirt fa la differenza

boycott,tshirt,dolce and gabbana

In principio fu Madonna, con la storica scritta bianca provocatoria e ammiccante Italians do it better su una t-shirt nera, che ha fatto il giro del mondo; ed erano gli anni Ottanta. Poi c’è stata la cantante Britney Spears che ha stuzzicato media e pubblico con una maglietta fucsia con su scritto I am the American Dream. Il vero dilemma per le girls sembra sia la scelta “basic o stampata” della t-shirt. Utilizzando l’inversione dell’amletico to be, or not to be (nell’orginale inglese) possiamo esprimere il principale cruccio di donne, uomini e bambini, nella scelta della maglia da acquistare o da indossare per l’estate, anche perché i  “messaggi di cotone” che portiamo sul petto sono ormai un evergreen, un corredo costante del nostro guardaroba, ed è sempre più difficile ignorare e bypassare le tantissime, e coloratissime, writed t-shirt che troviamo nei centri commerciali.

Madonna,tshirt,italians do it better

il writing t-shirt conquista anche la primavera-estate 2017

Infatti, il writing t-shirt conquista anche la primavera-estate 2017, perché le t-shirt griffate più belle e più ricercate del momento, quelle più trendy e più facilmente abbinabili a jeans e a pantaloni, pare siano quelle con le scritte. Dalla maglia bianca con logo e bottoni oro Balmain, alla t-shirt Dior We should all be feminist, alla maglietta da donna con logo del brand e applicazioni Dolce&Gabbana alla t-shirt rosa “Blind for love” con disegno Gucci. Peraltro, è glamour anche la maglietta con scritta di Moschino, così la t-shirt “All is love” con scritta bianca firmata Stella McCartney, mentre stupisce la maglia uomo, fondo nero, con la scritta verticale in rosso a caratteri cubitali  “PROVOKATIV” firmata John Lawrence Sullivan. Infine, fa “riflettere” Sacai che ci presenta una t-shirt uomo bianca con scritta nera a stampatello HORRORSHOW. Insomma, le più grandi griffe della moda riescono ad “evocare” cattivi e buoni sentimenti, quasi a volerci dire: “Ci piacete buoni e cattivi,  tutti, e indistintamente”. Eppure la differenza la fa la scelta del writing.

Obiettivo è quello di creare un lettering il più possibile personalizzato

È certo che uno degli obiettivi del writer che dipinge scritte, quindi anche di una nota maison che produce t-shirt “parlanti”, è  creare un lettering il più possibile personalizzato. Oggi abbiamo un maestoso e variopinto ventaglio di possibilità: possiamo scegliere tra tantissimi stili di abbigliamento, eppure c’è anche chi cerca di  affinare il proprio gusto creando un look personale, inserendo dei messaggi sulle proprie magliette.  In breve, senza dover comunicare, si può esprimere uno stato d’animo o una boutade come fanno le vip, semplicemente indossando una maglietta, e correre il rischio, sempre come le star, si catturare l’attenzione di chi ci sta intorno, e apparire serie o giocherellone, originali e briose, romantiche o materialistiche, bellicose e sfacciate, o, per le più tenaci, irriverenti e arrabbiate.

Se questa passione non risparmia le celebrità, c’è da aggiungere che al di là di spicciole letture psicologiche, ciò che conta è il modo in cui si indossa la t-shirt “parlante”, perché che sia in bella mostra o un po’ nascosta sotto una giacca, essa deve infondere simpatia! Per noi che siamo abituati a prodotti fatti in serie, che amiamo creare degli ostacoli per superarli, che, anzi, ne avvertiamo la necessità. Per noi che siamo “quelli del fai da te”,  c’è la tentazione di stampare direttamente ciò che vogliamo su  una t-shirt. Ci sono infatti diversi siti internet come Spreadshirt.it e 12print.it che consentono di acquistare o stampare su una maglietta un testo, un motivo, o una foto, in pochi semplici passi dopo aver scelto un modello, per realizzare così una bellissima e originalissima writed t-shirt, con una frase simpatica da indossare in spiaggia, o con una scritta fashion per l’aperitivo con gli amici. Su questi siti web si possono trovare claim più o meno convincenti come: «Sarai invidiato da tutti i tuoi amici se indosserai le magliette con scritte in coordinato con il tuo partner». Se si è stanche di parlare, quindi, il risparmio di energie è assicurato, e la scelta è vasta. Diversi stilisti continuano a trasformare un banale pezzo di cotone in un foglio bianco per consentirci di dire al mondo, “e senza aprire bocca” chi siamo e cosa vogliamo.  Ognuno sceglierà in base ai propri gusti, e necessità, e per la verità, a volte senza uno scopo preciso. Se ti rappresenta, allora ti piace.

Valeria Gennaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.