Home / Spettacolo / Arte / Artistico Casa Museo, crowdfunding per la cultura

Artistico Casa Museo, crowdfunding per la cultura

Artistico Casa MuseoAvrà termine il 30 dicembre la prima fase della campagna di crowdfunding lanciata dall’Artistico Casa Museo, importante polo culturale sito nel cuore di Napoli a pochi passi da Piazza del Plebiscito. L’Associazione Circolo Artistico Politecnico, infatti, sta raccogliendo tramite la piattaforma Meridonare i fondi necessari a far rivivere quello che fu uno dei più importanti salotti letterari della Napoli ottocentesca, e che oggi conserva oltre 520 opere tra cui dipinti, vasi pregiati, statue di grandi artisti, testi antichi, una ricca fototeca, un archivio contenente anche giornali d’epoca e tanti altri oggetti provenienti da collezioni private donate, nel corso di 128 anni di storia, alla Casa Museo.

Quest’anno l’Associazione Circolo Artistico Politecnico festeggerà, il 19 dicembre, la ricorrenza dei 128 anni dalla fondazione proponendo una serata in musica gratuita (con partecipazione su invito) durante la quale sarà possibile utilizzare il “Donamat” di Meridonare e contribuire alla raccolta fondi.

I contributi raccolti serviranno per finanziare il progetto “L’arte ha bisogno di te”, che prevede il totale recupero delle opere esposte nella Casa Museo secondo alcuni passaggi:

Artistico Casa Museo

  • Restauro conservativo di ciascuna opera;
  • Schedatura di ogni singola opera secondo le nuove norme del sistema museale del Ministero Beni Culturali;
  • Copertura tecnologica dell’intera area occupata per assicurare un sistema Wifi;
  • Dotazione di elementi elettronici idonei al trasferimento di dati fisici ed artistici delle opere;
  • Realizzazione del nuovo catalogo che, diversamente da quelli abituali, sia una sorta di “racconto” della storia di Napoli dal 1888 ai giorni nostri, vissuta attraverso le opere dei pittori, scultori e grafici presenti nella Raccolta dell’Artistico;
  • Riapertura al pubblico (per visitatori, ricercatori, studiosi e studenti) della “Casa Museo”.

Il progetto si configura come innovativo sia per le applicazioni informatiche di cui saranno dotati i vari ambienti, sia perché consentirà la riapertura al pubblico non di un classico museo, bensì di una “Casa Museo” (situata in piazza Trieste e Trento n. 48, non lontano dal Teatro San Carlo) la cui storia fungerà da cornice per le singole opere, molte delle quali sono state realizzate all’interno della sede storica da numerosi pittori soci dell’Associazione, e possiedono quindi una peculiarità di cui altri musei non dispongono per le proprie esposizioni. Inoltre, la realizzazione del primo catalogo museale non puramente tecnico proporrà una lettura capace di abbracciare la storia di Napoli nel corso di tre secoli, dal 1888 al 2016, passando per il Novecento.

L’Artistico Casa Museo è un vero tesoro nascosto, un giacimento artistico cui sono legate anche leggende di fantasmi e aneddoti che riguardano personaggi di spicco come Benedetto Croce, Gabriele D’Annunzio (già frequentatore del vicino bar Gambrinus), Matilde Serao e numerosi nobili e famiglie reali. All’interno delle grandi sale utilizzate per eventi e conferenze – dall’imponente Salone Comencini alla Sala Ristorante e al Salone Sirignano, ricchissimo di busti di ogni foggia e numerosi quadri – è possibile ammirare bellissime sovrapporte, antichi lampadari e moltissimi dettagli che parlano di tempi lontani (laddove nessun dettaglio è lasciato al caso, ed è possibile immergersi nelle magiche atmosfere che fecero prosperare l’antica Società Napoletana degli Artisti).

Per partecipare alla raccolta fondi è possibile collegarsi al link https://www.meridonare.it/progetto/larte-ha-bisogno-di-te e versare un’offerta libera, mentre altre informazioni sono disponibili sul sito web (http://www.associazionecircoloartistico.it) e sulle pagine social (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube).

L’Artistico Casa Museo è uno di quei luoghi che, una volta visitati, non è possibile dimenticare. Per visitarlo è possibile prendere parte alle visite guidate periodiche organizzate dall’Associazione (per info: https://www.facebook.com/events/1298634763513339/).

Maria Cristina Folino

About Maria Cristina Folino

Laureata in Pubblicistica e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione d'interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, dal 2008 Maria Cristina Folino collabora con stampa e giornali online. Già docente di scrittura creativa ed esperta di comunicazione digitale, lavora come content creator e web editor. Impegnata con le associazioni Felix Cultura e Donation Italia, ha vinto numerose competizioni artistico-letterarie a livello nazionale. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie ("Ali di Gabbiano", Aletti Editore, Roma 2008) e due ebook, una fiaba e un saggio, con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 e "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Su Instagram ha un account dedicato a libri e moda. Seguila su @fashionreaders_lookbook

Check Also

Wiki loves Basilicata

Wiki loves Basilicata, i borghi eccellenti lucani si preparano per il contest

Borghi Eccellenti Lucani annuncia la partenza della quarta edizione del concorso Wiki Loves Basilicata. L’edizione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.