Home / Fotografia / Mostre / Giovanni Gastel, fra poesia e creatività

Giovanni Gastel, fra poesia e creatività

Considero l’eleganza un valore di tipo morale…è un fatto interiore che si riflette anche all’esterno; è un equilibrio che impone anche delle regole dure, non c’entra niente con l’educazione”.

Queste parole riassumono il lavoro di Giovanni Gastel, straordinario e versatile fotografo, in mostra fino al 13 novembre 2016 nel Palazzo della Ragione di Milano. Una carriera, la sua, costruita in quarant’anni di lavoro e costellata dalla notorietà e dal successo di immagini strepitose che hanno valorizzato charme e bellezza delle splendide modelle ritratte dalla sua macchina fotografica.

Giovanni Gastel

L’ampia antologica, curata da Germano Celant e impreziosita da un catalogo edito da Francesco Mondadori, vanta oltre 200 fotografie di varie dimensioni che percorrono gli esordi dell’artista a partire dagli anni Settanta ad oggi.

La mostra è promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo della Ragione, Image Service in collaborazione con Contrasto, Civita e GammGiunti.

Giovanni Gastel

Gastel si è occupato non solo di fashion e design ma anche di still life e di ritratto, con uno sguardo privilegiato rivolto all’informazione ed il suo punto di osservazione tecnico ed estetico esteso alla ricerca.

Il corpus espositivo tende a dare una lettura inedita della sua carriera attraverso una sequenza di documenti, disegni e pensieri che testimoniano la sua poliedricità nella sperimentazione di progetti sempre nuovi e originali spaziando dalla fotografia tradizionale a quella digitale.

Giovanni Gastel

Giovanni Gastel

Gastel, classe 1955 e milanese doc, cresce in un ambiente aristocratico immerso nella cultura e nell’arte: non a caso è il nipote di Luchino Visconti. Il celebre regista lo influenzerà nelle scelte della sua formazione artistica e intellettuale nell’ambito teatrale. Il nipote, infatti, reciterà in una compagnia sperimentale.

Dal 1972 Gastel inizia a scattare immagini durante i suoi viaggi in Africa e nel sud del Mediterraneo. Solo in una seconda fase percepirà la fotografia come la sua vera professione. Dai primi anni Ottanta diventerà un fotografo acclamato in tutto il mondo e firmerà le più importanti campagne pubblicitarie collezionando ben 130 copertine. Le sue opere esaltano l’eleganza e la femminilità.

Francesca Bellola

Palazzo della Ragione

Milano – Piazza Dei Mercanti,1

23 settembre – 13 novembre 2016

ORARI:

martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 20.30

Giovedì e sabato 9.30 – 22.30, Chiuso lunedì

Tel.  + 39 0243353535

www.palazzodellaragionefotografia.it

About Francesca Bellola

Vive a Milano. Giornalista e direttore del portale OkArte.it, scrive per varie testate tra le quali: Il Giorno (quotidiano), Alpi Fashion Magazine, Ok Arte di cui ha diretto per sette anni il freepress cartaceo. E' curatore di mostre d'arte in sedi Istituzionali, private e gallerie in Italia. E' Art-Promoter di artisti affermati ed emergenti, organizzatrice ed ideatrice di eventi culturali. L'esperienza, acquisita nel corso degli anni per l'arte in tutte le sue forme, l'ha portata a coltivare ottime relazioni esterne con il suo staff. Adora i felini nella fattispecie i gatti perché hanno delle caratteristiche simili al suo carattere. Infatti è istintiva, indipendente, tenace e non ama le persone opportuniste e calcolatrici. Nel tempo libero gioca a tennis, nuota e fa shopping.

Check Also

Noi quattro nel mondo

Noi quattro nel mondo: un sogno di Francesca Cerutti divenuto romanzo

Vorrei potervi raccontare una storia, quella di Noi quattro nel mondo, con la consapevolezza che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.