Home / Spettacolo / Arte / Arte, Poesia e Moda e il solo fine di dare vita a pure emozioni.

Arte, Poesia e Moda e il solo fine di dare vita a pure emozioni.

Lo stile e il glamour sono concetti che vanno oltre il puro significato della moda, come oggi, in modo troppo superficiale, viene intesa.

Momenti da sogno, sensazioni lancinanti e attimi di incomprensione fanno parte del mondo nel quale il tempo riesce a fermarsi e saper trasmettere tutto il suo splendore, ed il suo desueto fascino.

Arte è come rincorrere una speranza mai nata, appoggiare labbra carnose su altre meno spiccate,  è un appropriarsi continuamente di disequilibri e di continue discordie che diventano qualcosa di prezioso, ma dal fascino percepibile per pochi.

Arte è una dama in punta di piedi che non agisce mai con presunzione ma ricerca costantemente che qualcuno giudichi con fermezza il suo operato, un po’ come fanno i bimbi che dopo terminato un compito ricevono un buon voto dalla maestra.

Il vero compito dell’arte, però, non è essere giudicata, perché proprio per il suo non essere presuntuosa, il suo e unico scopo è quello di ispirare bellezza a chi  sa vedere il genio in tutto ciò che di per se è “semplicemente” Bellezza.

È come il sole a mezzogiorno in un pomeriggio d’estate: incessante; il sole al suo risveglio o all’imbrunire: timida e accorta nei sentimenti.

L’artista, colui che è il creatore di cose belle, secondo Oscar Wilde, non dirà mai di esser tale, proprio per non abusare oltre la misura, e non divulgare a troppi del suo dono per non sprofondare nella inettitudine più irrazionale.

Arte è come la poesia: è tutto e niente, sta in tutto e niente; è un filo che lega due estremità, un ponte che congiunge due argini dello stesso fiume, l’arcobaleno dopo la tempesta.

Ph: Claudio D’Avolio
Model: Alessandra M. Barbieri

About Stefano Fiori

Stefano Fiori. Questo è il nome. Di solito non mi piace scrivere di me, la trovo pura esibizione di se stessi, ma è anche un modo per farmi conoscere ai lettori di ALPI FASHION MAGAZINE. Non mi reputo un ragazzo come tanti, e fin da piccolo ho coltivato l’idea che trascorrere del tempo con se stessi, con la propria individualità fosse un fatto affascinante, e da cui ne sto traendo qualche frutto. Scopri cose di te stesso, che probabilmente mai nessuno saprà mai. Impari che persino il silenzio ti entusiasma, ma non quanto il rumore, che insieme hanno la particolarità di avvolgere la sensibilità che ti sei creato nel tempo. I libri sono sempre stati il mio nutrimento, la mia più grande ispirazione. Mondi nel quale rifugiarsi e vivere quando non sopporti più l’idea di vivere in silenzi immensi. I libri sono colore, uno per ogni stato d’animo. Il sorriso la mia caratteristica. Non c’è una fotografia, un vecchio filmato nel quale io non sorrida. Sono sempre stato un bambino sereno, nel senso che la mia eleganza consisteva, fin da piccolo nel procedere a passi felpati, per paura di disturbare, persino a casa mia, quello che poi sarebbe diventato il più grande regno degli amori, più che di semplici affetti. Col tempo scrivere è diventato quel modo di colmare quei vuoti, nei quali dominava l’inconsistenza più assurda. Un modo per emozionarmi, e talvolta emozionare. Scrivere mi aiuta ad amplificare il dislivello tra l’essere e l’apparire. Ciò che mi definisce, almeno fino a questo punto è una sensibilità maturata col tempo, ed un amore per la bellezza, per l’arte, per i sorrisi. Mi piace pensare che queste tre cose siano collegate e possano in qualche modo rendere più autentiche in quanto più consapevoli le persone, che muovono il mondo e gli danno dinamicità e pregio, gli danno vita. www.newstilepublications.com

Check Also

Windy Chien e i nodi che ti cambiano la vita

Presente per l’edizione 2019 del Fuorisalone, Windy Chien, racconta come i nodi hanno cambiato la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.