Se vi piacciono anime e manga, non potete perdervi i webtoons: il nuovo formato di fumetti pensato solo per il web

Anche se non li avete mai provati, non potrete più farne a meno. I webtoons sono fumetti digitali originari della Corea del Sud. Anche se all’inizio erano per lo più sconosciuti al di fuori del paese, c’è stato un aumento di popolarità a livello internazionale. Questo principalmente grazie a una maggiore quantità di “manhwa” letti sugli smartphone.

Manhwa, infatti, è il termine coreano che indica genericamente i fumetti e i cartoni animati. I webtoons (web + cartoons) si contraddistinguono per le loro strisce che vengono lette in senso verticale, e pensate esclusivamente per il web (non per il formato cartaceo). Proprio per questo, non vengono stampati, e a differenza dei manhwa vengono letti dall’alto verso il basso, non da destra a sinistra.

webtoons

La principale piattaforma che consente di leggere i webtoons anche da smartphone è Webtoon (webtoons.com). Al suo interno è possibile trovare alcuni dei fumetti più famosi, da “True Beauty” a “Castle Swimmer“, e si può anche scegliere tra diversi stili di disegno. E ci sono altre piattaforme utili su cui poter trovare i webtoons, tra cui Toomics.

Webtoons: le origini

Questa mania sempre più dilagante nasce nella Corea del Sud intorno al 2003, quando il portale web coreano Daum inventa questo nuovo optional per i propri utenti. Un fumetto da “scrollare” sui propri dispositivi, che in circa un decennio è riuscito a mettersi alla pari nel mercato con i fumetti a stampa.

Inizialmente, il servizio era gratuito e ripagato da interruzioni pubblicitarie, un po’ come la nostra tv generalista. Presto, però, le interruzioni degli spot hanno portato a perdere consensi, così anche i webtoons hanno iniziato a prendere ispirazione da Netflix.

In effetti, il paragone non è casuale perché il meccanismo, lanciato nel 2013 dalla Lezhin Comics, è quasi identico: si paga un abbonamento e si ha diritto ad una serie di titoli gratuiti e alcuni altri rilasciati a puntate, esattamente come una serie tv o un fumetto da collezionare numero dopo numero.

Qual è la tua reazione?

emozionato
0
Felice
0
Amore
2
Non saprei
0
Divertente
0
Maria Cristina Folino
Laureata in Pubblicistica e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione d'interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, dal 2008 collabora con stampa locale e giornali online. Già docente di scrittura creativa ed esperta di comunicazione digitale, lavora come giornalista e content creator. Impegnata con l'associazione Felix Cultura e altre no-profit, ha vinto numerose competizioni artistico-letterarie a livello nazionale. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie con Aletti Editore ("Ali di Gabbiano", Roma 2008) e due ebook, una fiaba e un saggio, con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 - "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Su Instagram ha un account dedicato a libri e moda: seguila su @fashionreaders_books

Ti potrebbe piacere anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Attualità