Home Moda Trump ed internet i protagonisti della fashion week di Milano

Trump ed internet i protagonisti della fashion week di Milano

Pro o contro Donald Trump? A poche settimane dall’insediamento come nuovo Presidente, la moda maschile riflette sul fenomeno, un’estetica vicina la contemporaneità.

Donald ed i media sono cosi diventati l’argomento più cool degli show milanesi.

Non sono solo abiti sequenziali in passerella ma sotto la superficie tattile nascondono dichiarazioni di guerra o elogi.

Pro o contro senza sfumature, l’ascensa di Trump alla casa bianca, ha generato numerose proteste ed eclatanti esaltazioni.

Tra queste non dimentichiamo la linea Billionarie di Flavio Briatore e Philipp Plein che ha proposto l’apoteosi del maschio bianco, ricco e texano arricchito dalla colonna sonora di Dallas e modelli cuacasici  over 50, gli stessi protagonisti degli anni 80  e del boom economico.

Cappotti di coccodrillo, jeans attillati, pelli preziosi  ed elicottero dorato come scenografia.

Questo è la rappresentazione estetica della parabola americana del nuovo Presidente, modaiola, che incosapevolmente segna il ritorno all’edonismo.

Il lato opposto è quello di Prada, ed il suo richiamo alla modestia, semplicità: vestire senza far rumore.

Laura Savini

Articolo precedenteLa modestia dell’uomo Prada
Articolo successivoDolce & Gabbana: esplosione di colori
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.