Home Moda Tigri e giraffe icone di Gucci

Tigri e giraffe icone di Gucci

Il nuovo mood formato Gucci è quello di un “amore disperato” interpretato da modelli  che ballano in strada circondati da tigri al loro fianco.

Sventola ventagli decorati con scritte “Modern Future”: futuro moderno ovvero innovazione.

I protagonisti si tuffano nelle fontane notturne della città ed improvvisano un dejuner sull’erba attorniati da giraffe. Il tutto sullo sfondo del Parco degli Acquedotti.

Questo il mood del nuovo minifilm firmato dal regista Glen Luchford per il brand Gucci in occasione della prossima campagna spring-summer 2017 per opera di Alessandro Michele.

Gucci Spring 2017

Tanti i luoghi fotografati. La tappa a Berlino, oppure nel giardino Ninfa di Cisterna di Latina trasformato scenograficamente in un giardino dell’Eden dal designer Michele.

I protagonisti si muovono con disinvoltura nella città eterna accompagnati sempre da animali selvatici. Cenano all’aria aperta mentre una giraffa mangia uva; oppure guardano la tv ed accolgono nelle loro cose tigri e leoni. Immagini eclettiche ma di grande impatto.

Gucci Spring 2017

L’Uomo Gucci mangia nella sua abitazione panini e patatine fritti non curante dei guanti pennellati in oro che indossa.

La nuova forma artistica che il fotografo ha rappresentato attraverso le immagini ed il movimento si ispira alle generazioni di intellettuali ed artisti che considerano Roma la città eterna, ma non solo.

Gucci Spring 2017

La campagna pubblicitaria che sarà presentata il prossimo gennaio 2017 rende omaggio a personaggi insoliti che abitano la storica città.

 

Fashion Communciation
Laura Savini

 

Articolo precedenteChanel torna a sfilare al Ritz di Parigi
Articolo successivoGeorge Michael: un altro mito se ne và
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.