Nuova fashion week, nuova location per Stella Jean che presenta la sua nuova collezione al Mudec, museo delle culture.

Location importante, come tale è la nuova mission della fashion designer italo – haitiana.

Stella Jean affronta ora il temo dell’immigrazione, dal passato ad oggi. Il primo flusso, verso il Sud e Nord America, rappresentato da donne multicolore con abiti a balze “ very Carioca”.

Minidress-Stella-Jean

Maxi voulant in rafia, gonnelloni con stampe, collegate alle marce migratorie delle famiglie.

Gonne ad anfora annodate da cinture di fortuna di andina da un lato, bomber college e camicie oversize dall’altro, stile cowboy per valorizzare il sogno americano.

Arrivando ai giorni d’oggi, al flusso odierno, si arriva alla londra contemporanea, di trench e stampe etniche, di camicie sartoriali maschili a righe bianco e blu, che diventa perfino l’asse portante di outfit che affianca le ampie gonne, ormai must have della donna Stella: ampie fino al ginocchio.

Ironiche mantelline accompagnano l’outfit scendendo vizzosamente sulle spalle.

A completare il look, gli immancabili accessori: le bags con stampe tessuti del Burkina Faso, bijoux in plexiglass curvati impreziositi da applicazioni forgè realizzati dai fabbri di Croix des Bouquets e visierine in papier-maché realizzati a mano dall’artigiano haitiano Moro Baruk.

Laura Savini
Fashion Communication

 

Articolo precedentePer la rassegna letteraria “Paranoia”, il tema di oggi sarà: La Vita.
Articolo successivoInganni d’Amore
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.