Home Moda Donna Costumi da bagno Sports Illustrated Swimsuit Issue 2017.

Sports Illustrated Swimsuit Issue 2017.

Dalle protagoniste alle curiosità su di loro: 5 immancabili notizie da sapere

Sports Illustrated Swimsuit Issue: quattro parole per  definire annualmente il concetto di bellezza.  La Swimsuit Issue, infatti, con il passare del tempo è riuscita ad affrancarsi dal concetto di “rivista con le donne in bikini” per, pur mantenendo sostanzialmente un’anima leggera, contribuisce a creare un nuovo canone estetico di bellezza.

In primis le protagoniste: le “sirene” della Swimsuit Issue, quest’anno sono tante. E la lista è davvero lunga. Alcuni tra i best seller: la nostra Bianca Balti, anche Hailey Clauson, Chrissy Teigen, Nina Agdal, Barbara Palvin, Robyn Lawley.

Protagonista della copertina della Swimsuit Issue 2017 è Kate Upton  presente in  diverse cover del magazine. Per lei è  la seconda copertina dell’iconica issue: una partecipazione che la fa entrare nella storia della rivista avvicinandosi al record, detenuto da Christie Brinkley, di tre diverse cover. Davvero curioso è il fatto che in nessuna delle tre immagini in cui è protagonista indossa un bikini. Come mai?

L’edizione 2017 è anche novità: Bianca Balti che, per la prima volta, verrà ritratta in topless. Bianca peraltro è stata nominata dalla rivista “Rookie of The Year” ovvero migliore debuttante sulle pagine di Sports Illustrated. Serena Williams invece,  statuaria del tennis mondiale ha indossato, per il servizio che la vede protagonista, per la prima volta un tanga. “È OK apparire forti ed essere sexy ed essere una donna ed essere indistruttibile. Davvero voglio dare un segnale forte alle persone là fuori che hanno la mia fisicità” ha detto la tennista. Prima volta, in costume, anche per Simone Biles: l’olimpionica plurimedagliata è infatti una delle protagoniste di questa issue 2017 in una serie di scatti che mettono in luce soprattutto le sue doti atletiche.

Il messaggio di nuovo ideale di bellezza è chiaro. L’anno scorso lo ha fatto consacrando la modella Ashley Graham, quest’anno raddoppiando la partecipazione di bellezze plus.

www.si.com/swimsuit

Laura Savini

Articolo precedenteAssistenza sanitaria: gli “anziani del futuro” si sentono meno tutelati
Articolo successivoI versi di Primo Levi raccontati a Torino
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.