A pochi mesi dall’edizione toscana della moda maschile già si confermano i protagonisti.

Indiscusso sul podio, la collezione maschile del brand firmata Paul Sorridge.

In passerella la maison proporrà la collezione per il lancio a livello mondiale del suo nuovo gioiello in cantiere: la linea uomo. L’evento sarà finalizzato ad esaltare il carattere distintivo del brand.

La società che dall’aprile 2015 è di proprietà del fondo di investimento italiano Clessidra SGR che ha acquisito il 90 per cento è oggi una realtà internazionali e una tra le più importanti realtà italiane all’estero.

Roberto Cavalli

Roberto Cavalli torna a sfilare nella sua terra di origine con la prima collezione uomo realizzata dal direttore creativo Paul Sorridge che oltre all’uomo si occupa di tutte le collezioni del gruppo.

Una lunga storia di amore tra Roberto Cavalli e Pitti Immagine, racconta l’amministratore delegato dell’azienda, Raffaello Napoleone, che iniziò circa 20 anni fa.

La prossima collezione che presenteremo, dice, della linea uomo, sancirà ancora una volta il legame che ha la maison con Firenze e con la fondazione Pitti in particolare.

Il grande rientro di uno dei pionieri dell’italian style, uno tra i marchi di moda che è riuscito a rendere Firenze capitale della moda del mondo.

L’obiettivo è quello di sottolineare un nuovo corso del brand, guidato da un nuovo talento creativo.

 

Siamo davvero felici di presentare questo Special Guest, al cui evento stiamo lavorando in grande sinergia col Gruppo Roberto Cavalli“, ha dichiarato l’AD.

La Roberto Cavalli è nata a Firenze ed è naturale che il suo rilancio passi da questa città – conclude il CEO del brand,  Gian Giacomo Ferraris- Siamo quindi particolarmente contenti dell’invito di Pitti Immagine a cominciare il percorso di Paul Surridge per l’uomo di Roberto Cavalli come Special Guest alla 94esima edizione di Pitti Uomo il prossimo giugno. Lo sviluppo dell’abbigliamento maschile è una grande opportunità di business per la Cavalli e il talento, la visione e l’esperienza di Paul presentati a Pitti sono la base di partenza ideale” conclude Ferraris.

Laura Savini

Articolo precedenteI Nuovi canoni estetici del fashion system
Articolo successivo“The Happy Prince”, nel biopic Rupert Everett è Oscar Wilde
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.