Home Spettacolo Cinema Red carpet romano: le pagelle del Festival del Cinema

Red carpet romano: le pagelle del Festival del Cinema

Dal 17 ottobre a Roma è in corso il Festival del Cinema, e come ogni anno il red carpet si popola di bellezze ed eleganze stellari.

Nella terza giornata di evento non sono mancati i colpi di scena: madrina del palcoscenico Frances McDormand. L’attrice premio Oscar è ironica. Indossa un abito con multi stampe, cavatappi a forma di bocca, e trascina la giacca come se fosse uno strascico.

Il colpo di scena è per le calzature. L’ attrice indossa ciabatte, attirando su di sé i flash ed i riflettori come agli Oscar quando ha indossato lo stesso abito e le stesse calzature. Cambio solo nel colore del look. Nessun tacco nel suo outfit, solo scarpe comode. Applausi per lei e per il suo umorismo.

Tra le bellezze italiane, Caterina Balivo che indossa per l’occasione un abito fucsia monospalla di Stella McCartney. Importanza alla manica aperta che arrivai ai piedi. Un look slanciante per lei che la posiziona tra le più “chiacchierate” della serata.

Michelle Dockery, colorata ed elegante in Valentino preferisce un look a fantasia e trasparenze. Anche per lei maniche ampie. Capelli scuri e rossetto in tinta con l’outfit.

Photo by Marco Provvisionato/IPA/Shutterstock

Abito pantalone per Catrinel Marlon in completo pantalone Genny.

Troppo bianco per lei, troppo futuristica.

Sempre in campo italiano, Nancy Brilli non colpisce, con il suo abito multi rouches Laura Biagiotti.

Nonostante l’abbinamento con camperos texani, il look non fa esaltare la sua figura e femminilità lasciandola in secondo piano. Troppo carina, quasi che l’abito le limitasse i movimenti.

Per il campo maschile, monocolore per Edward Norton. A Roma come regista, arriva sul red carpet accompagnato dalla moglie. Tre nuance per lui: pantalone grigio, giacca blu, camicia bianca.

Per finire ma non per minoranza, Serena Rossi in Laura Biagiotti. Per lei un abito bianco con piega rigida e scollatura importante abbinato a sandali bianchi. Total white per lei per un abito da indossare con semplicità ma sempre elegante e particolare. Minimal chic per lei per un’eleganza sublime.

Laura Savini

Articolo precedenteVirgo, la nuova platform per certificare l’autenticità dei luxury goods
Articolo successivoMaratea, prima edizione del Festival delle città narranti
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.