Home / Moda / Paul Surridge nuovo pupillo di Roberto Cavalli

Paul Surridge nuovo pupillo di Roberto Cavalli

A grande sorpresa un nuovo arrivo in casa Cavalli per ricoprire la direzione artistica del marchio.

Non è Stefano Pilati, né un nuovo nome italiano, ma anche lui arriva da Zegna.

Stupore e ammirazione a Osmannoro alla notizia dell’arrivo di Paul Surridge che debutterà alla guida della maison a settembre, facendo sfilare a Milano la primavera-estate 2018.

Da voci di corridoio, per ricoprire la poltrona si vociferava che l’arrivo riguardasse Stefano Pilati, ex head of design di Ermenegildo Zegna.

In realtà lo stilista a cui è stata affidata la responsabilità di tutte le linee del Gruppo Cavalli è Paul Surridge, anche lui arruolato in passato dall’azienda di Trivero, ma in qualità di direttore creativo di Zegna: un incarico che ha tenuto dal 2011 al 2014, dopo esperienze tra gli altri in Burberry e in Jil Sander.

Gli anni trascorsi alla carica di Jil Sander sono stati per lui fondamentali e determinanti per la nomina che ricoprirà. All’epoca CEO del brand tedesco era Gian Giacomo Ferraris, oggi numero uno di Cavalli, che lo ha chiamato a Firenze. «Ho lavorato con Paul in passato – ha detto Ferraris – e conosco bene il suo talento creativo e le sue qualità manageriali»ha sottolineato.

La nuova esperienza in Cavalli sarà per Paul un cammino nuovo che lo porterà a scrivere un ricco e determinante capitolo della sua vita.

Celebrerà la bellezza, la sensualità e il potere della donna – una passione che condivide già da tempo con il fondatore per i codici e la visione di RC sul suo costruire il brand, esaltando ed omaggiando la sartorialità italiana.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

Annabelle 3

“Annabelle 3”, pericolo: non entrare nella stanza dei manufatti dei Warren

“Annabelle 3”, la bambola posseduta dell’universo di “The Conjuring” torna nei nostri cinema View this …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.