Home / Moda / Nuit Blanche di Eleonora Abbagnato by Dior
Eleonora Abbagnato

Nuit Blanche di Eleonora Abbagnato by Dior

Maria Grazia Chiuri veste i panni dell’étoile Eleonora Abbagnato.

Nella lontana ed alta tradizione delle grandi case di moda è sempre stata attiva la liason tra moda e danza.

La direttrice artistica Dior si è appunto ispirata alla danza per la creazione della sua ultima collezione sottolineando la sua remota e sempre viva passione di firmare i costumi del celebre balletto Nuit Blanche che sarà in scena a Roma dal 29 marzo al 2 aprile al Teatro dell’Opera.

La designer, sempre affasciata dalla danza, fin dall’adolescenza ha selezionato per la sua sfilata PE 2019 e campagna pubblicitaria la compagnia Lev di Sharon Eyal, coreografia eccelsa e danzatrice professionista punta ad emozionare il pubblico attraverso il corpo che diventa per lei una celebrazione assoluta,

morbido e duttile capace di poter realizzare con i soli movimenti delle coreografie emozionanti.

Per queste doti Maria Grazia l’ha scelta, lavorando insieme sull’andatura delle modelle in passerella e la sua coreografia è scaturita da un progetto comune. Già da diverse collezioni si è ispirata a questa realtà, e per la collezione PE19 ne ha curato la direzione artistica.

La collezione Dior PE 19 nasce dall’ispirazione e guida di donne che hanno rivoluzionato il mondo e la danza contemporanea come Isadora Duncan, Martha Graham o Pina Bausch. Tutte trasmettitrici di una forte emozione attraverso la danza.

Cimentandosi nella coreografia, cambiando regole e codici etici della danza e ipotizzando e realizzando una danza più contemporanea, queste donne hanno saputo dimostrare come la figura femminile è riuscita a

La liason Chiuri Abbagnato, deriva da una carriera comune ciascuna di loro divisa tra Italia e Francia, ognuna con una straordinaria carriera alle spalle. Il lavoro sui costumi nasce dalla specificità del corpo umano, mai uguale e sempre diverso tra danzatrice e danzatrice. Scelta di materiali leggeri, sovrapposti quasi a creare tute, tecniche ed estetiche tipiche di chi balla.  Fiori decorativi tra gli strati di tulle e gonne ampie.

Le due étoile della danza in avorio, il corpo di ballo caleidoscopico realizzato da una base coperta da tulle nero, colori diversi per differenziarsi nell’esibizione.

“Esaltazione della femminilità”, ha commentato Eleonora, che ama sentire sulla pelle la delicatezza e leggerezza del tessuto reso prezioso dai ricami, ornamenti.

“Un risultato di grande eleganza, personalità e raffinatezza”, conclude l’étoile.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

“On The Wall”, la street art come ricostruzione dopo il crollo del Ponte di Genova

Quando la riqualificazione urbana diventa un trampolino di lancio per lo sviluppo di un intero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.