Punto di riferimento ed icona di stile per diverse generazioni per la sua ricercata bellezza. Minuta, esile, con sorriso smagliante ed occhi espressivi.

La star ha incantato il modo per la sua eleganza.

Audrey Hepburn

Capelli corti o acconciature cotonate, rigorosi guanti bianchi e tubino nero. La moda Heburne diventa subito icona di stile e imitazione per milioni di donne ed intere generazioni.

Personaggi forti e disarmanti per Audrey, appassionano ed entusiasmano i seguaci.

15 lunghi anni in cima alla vetta holliwoodiana dagli anni 50 fino la seconda metà degli anni 60.

Audrey Hepburn

Anni significativi anche nel campo della moda.

La rigidezza dell’haute couture cedono il passo a una nuova ondata giovane e frizzante.

Per il suo secondo film a Hollywood, “Sabrina”, scelse di essere vestita da Hubert de Givenchy.

Hubert de Givenchy

Da allora, fu lui il suo couturier, sullo schermo e nella vita, una congiunzione perfetta, confermata dal tempo oltre che da quell’abito da sera nero.

Oggi, nel 2016 per ricordarla una mostra al Gemeentemuseum Den Haag, all’Aia in programma da novembre a marzo 2017 per celebrare lo stretto legame tra l’attrice e il designer.

Fashion communication
Laura Savini

Articolo precedenteLe tre figlie di Silvester Stallone diventano Miss Golden Globe 2017
Articolo successivoSarno Film Festival, domani i vincitori
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.