Torna in scena Giorgio Armani che per la sfilata parigina mette in scena una lezione di stile senza eguali. L’Armani Privé recupera un’essenza di stile ed eleganza ormai dimenticata.

Giorgio Armani

Soddisfazione per il designer italiano per un lavoro eccellente, curato nel dettaglio e scolpito da un’eleganza senza paragoni. Vuole ancora stupire Giorgio Armani e ci riesce attraverso uno stile contemporaneo.

In passerella una donna romantica, caratterizzata da materiali ricercati e forme sontuose. Primeggia il tulle, i pois, le stole di marabù, il velluto arricchito da perle e cristalli per conferire luce alla silhouette.  Una luce femminile quindi, sinonimo di bellezza. Gonne ampie e a ruota inoltre accompagnate da balze degradé ed arricchite da strati leggeri in tessuto.

Giorgio Armani

Tra i colori, il rosa cipria, azzurro nuvola e verde giada sia per gli accessori che gioielli. Completano la mise calzature basse e stringate tipicamente maschili ma arricchite da perline.

Perle in eccesso anche su borse la maggior parte realizzate con materiali pregiati come pelle di coccodrillo o raso.

Un privé che rappresenta molto lo stilista, comunica alla stampa, ed una sfilata colma di nomi importanti in passerella come le sue muse, Agnese e Penelope must della maison e immaginario del mood del brand.

Giorgio Armani

Un lavoro delicato e raffinato conferma, frutto di una collezione che si fa protagonista di uno stile e forma estetica dimenticata.

Un’ eleganza contemporanea che conosce il tempo in cui viviamo. L’arte e la capacità di sorprendere è nell’abilità di mixare elementi, conclude Armani”.

Uno stile unico che fa sognare e che vestirà donne aristocratiche, eleganti e di successo.

Laura Savini

Articolo precedenteConsegnati al Giffoni 2019 i Premi di Amnesty International Italia
Articolo successivoLa Vie en Blanc, quando la sposa sorge dalle acque come una Venere
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.