Home Notizie A Londra tra terrazze e tour culinari per le vie della città

A Londra tra terrazze e tour culinari per le vie della città

Un’altra tappa a Londra, che come sapete non riesco a non fare una volta l’anno. Anche solo per cinque giorni per me è come tornare a casa, sentirmi nel posto giusto, immersa in me stessa ma circondata da sconosciuti. Pensandoci, poi, soli a Londra non lo si è mai, un po’ perché ormai ci sono più italiani che inglesi, e un po’ perché qualsiasi sia il tuo bisogno ci sarà sempre un volto pronto ad aiutarti. Per questi cinque giorni ho rifatto un tour molto turistico, tornando a visitare cose già viste e aggiungendo qualcosa di nuovo. Ammetto che in alcuni casi la ripetizione mi è servita e ho ammirato con piacere posti che avevo visto, per la prima volta, dieci anni fa. 

Ho alloggiato al Qbic Hotel, che vi consiglio assolutamente, sopratutto se amate l’ambiente. L’hotel infatti è uno dei più green della città, lo staff è gentile e le camere, come il resto dell’hotel, hanno un design molto particolare. Si trova ad Aldgate East, ancora zona 1, quindi centrale e l’hotel è a veramente pochi passi dalla fermata della metro. Dall’hotel, inoltre, si può tranquillamente arrivare passeggiando fino a Tower Bridge e Tower of London (ragazzi molte volte si pensa subito alla metro, ma controllate prima le distanze, sopratutto se si vuole godere del raro sole londinese!), proseguite poi lungo al Tamigi fino a raggiungere Ping Pong, una catena di ristoranti ottima per pranzi veloci a base di dim sum (ravioli cinesi).

Dopo un buon pranzo, carichi di energie, potete spostarvi verso Piccadilly Circus, pronti ad immergervi nel caos degli amanti dello shopping tra Regent’s Street, New Bond Street e Oxford Street? Come al solito potete sfruttare il tempo per una lunga passeggiata, aspettando l’ora di cena e godendovi le vetrine e le strade zeppe di passanti e turisti. Entrate in una delle tante viette a destra di Regent’s Street e vi troverete ad esplorare Carnaby Street, che vi lascerà, come ogni volta, senza parole.

Londra

Raggiungete il famoso grande magazzino Liberty, il mio preferito fra tutti, con la sua struttura in legno massiccio e i fantastici lampadari al centro. E poi concludete la giornata da Selfridges in particolare nel nuovo ristorante Brasserie of Light, che si trova a fianco dell’ingresso principale del grande magazzino. Non fatevi spaventare dall’aspetto chic, è un posto molto più tranquillo di quanto si possa immaginare. Un posto perfetto per gli amanti di Instragram: bagni in marmo rosa e un pegaso alato creato da Damien Hirst in cristalli (e burger ottimi!).

Londra

Tra le novità ho provato anche la famosa esperienza alla London Eye, tappa ufficiale di qualsiasi turista nella capitale. A mio parere da evitare. A parte le enormi code (che comunque si possono evitare comprando il biglietto online), il prezzo rimane alto, e il tutto per godere di una vista di cui si può godere da molti altri terrazzi gratuiti sparsi per la città. Per esempio, uno dei miei preferiti rimane quello del Tate Modern, al decimo piano oppure al sesto piano della Oxo Tower, o ancora al Madison Terrace proprio davanti la cattedrale di Saint Paul’s. Insomma avete molte altre opzioni a mio parere più valide (e gratuite!) per cui godere della vista di Londra, mentre a pagamento resta sempre lo Shard oppure se volete unire due cose in una, visitate all’interno la cattedrale di Saint Paul’s – un capolavoro indiscusso – per salire più di 500 scalini e godere della vista della città. 

Londra

Un’altra esperienza che finalmente sono riuscita a vivere in questo breve viaggio è stata la visita all’interno del Palace of Westminster (Parlamento). Credevo fosse più deludente e in realtà sono rimasta estasiata. Il palazzo che si suddivide nelle due “case”: House of Lords e House of Commons è un gioco di colori (che rappresentano le varie “case”) e di storia. Non è permesso fare foto all’interno se non nell’atrio, quindi non posso mostrarvi la bellezza della struttura, se non consigliarvi di visitarlo ad ogni costo. Inoltre, assieme al biglietto vi sarà data l’audio guida, a tratti noiosa, ma interessante per capire come funziona il parlamento inglese. Per esempio, lo sapevate che i cittadini possono ottenere un colloquio con un ministro senza appuntamento? Ovviamente sempre se il ministro è in parlamento e non è occupato, ma direi che è già qualcosa. Se usciti dalla visita volete dirigervi verso Trafalgar Square e la National Gallery imboccate Parliament Street e in soli 10 minuti sarete arrivati. Se avete fame alla vostra destra troverete un pub super buono e carino: il The Red Lion – Ale & Pie. Ordinate le loro pie fatte in case con sweet potatoes e il pranzo (o la cena) è servito!

Se avete voglia di mercatini – parte ormai delle tappe turistiche della città – discostatevi dal solito Notthing Hill, affollato di persone in qualsiasi periodo dell’anno, e provate il Columbia Road Flower Market, vicino a Brick Lane. Un piccolo mercato di fiori e piante di ogni tipo, con ai lati negozi di arredamento in stile vintage, country e moderno. Se volete arredare o riarredare casa questo è il momento!

Londra

Da Columbia Road raggiungete in un attimo Brick Lane e il quartiere di Spitalfields, dove al numero 216A dovete assolutamente provare i bagel di Brick Lane Bakery, aperta 24/24h e 7 giorni su 7. Prendete il classico smoked salmon e cream cheese per £2.20 e poi siete pronti per affrontare tutte le bancarelle vintage o non del mercato e a darvi alla pazza gioia.

Londra

Se amate i misteri e avete già sentito parlare del famoso Jack Lo Squartatore saprete bene che vi trovate proprio nel “suo” quartiere. Quindi per fare una hunted experience a tutto tondo andate a bere una birra al pub The Ten Bells, risalente al 18esimo secolo, tutt’ora con il soffitto e piastrelle originali dell’epoca, è ricco di misteri perché si narra che due delle prostitute vittime di Jack Lo Squartatore, Annie Chapman e Mary Kelly, fossero frequentatrici del locale. 

Se volete pranzare con poco fermatevi ad una qualsiasi bancarella dello Spitalfields Market, c’è n’è per tutti i gusti e piatti da qualsiasi parte del mondo; oppure a pochi passi dal pub troverete Poppies, ritenuto il miglior fish & chips della Gran Bretagna!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.