Home Fotografia Fotografi Intervista al fotografo Flavio Torre

Intervista al fotografo Flavio Torre

Flavio Torre

È stato un piacere aver intervistato il famoso fotografo di moda e direttore artistico presso Glamouraffair vision Flavio Torre; che ringrazio vivamente per questa cordiale intervista.

Come ti definiresti personalmente e professionalmente?

L’atteggiamento giusto sia professionale che personale nel mondo della fotografia per me è essere “umile ma non modesto”, se pensi di esser bravo a far qualcosa, ammettilo con te stesso, ma resta umile ad ascoltare anche cosa pensano e fanno le altre persone.

Potresti darci una breve introduzione sul tuo stile fotografico?

Spiegare il proprio stile personale in fotografia in realtà non è così facile, ovviamente l’esperienza, il tempo e la costanza di fotografare sono elementi fondamentali per trovare la propria identità fotografica, personalmente non so etichettare il mio stile ma posso semplicemente esprimerlo con due parole: eleganza ed emozione.

Quando e com’è nata la tua passione per la fotografia?

Tutto inizia da bambino con la mia telecamera Hi8 Sony CCD-V6000, tenendola sulle spalle per fare riprese delle vacanze con amici e facendo semplici cortometraggi a scuola. Poi durante i miei studi universitari di Design al Politecnico di Milano è nata, per necessisità, la passione fotografica che mi ha poi indirizzato ad approffondire e lavorare nella fotografia di reportage e di moda.

So che sei appassionato di viaggi e motociclismo.

Sì! Viaggi e moto sono due passioni che hanno affiancato la fotografia nella mia vita. Realtà parallele che hanno in comune lo stesso concetto: l’emozione e vivere il momento, godendosi l’adrenalina dell’attimo.

Cosa puoi dirci della tua esclusiva GlamourAffair Vision?

Da Gennaio 2019, dopo un anno di startup, il progetto Review ha portato alla nascita di GlamourAffair. Vision, la rivista bimestrale di GlamourAffair che ospita brand, stylist, fotografi, artisti e designer, italiani ed internazionali, personalità affermate e giovani emergenti. GlamouAffair Vision è la sintesi di un’esperienza che si basa sulla volontà di promuove contenuti di fotografia, arte e design, con l’obiettivo di diffonderli attraverso un progetto stampato che offra la possibilità ad aziende, professionisti ed amatori di poter trovare un ambiente in cui esprimere creatività.

Quali parametri tieni in considerazione per tuo Calendario Sex Symbol?

Il calendario Sex Symbol propone star femminili che ogni volta hanno segnato un’epoca colpendo la fantasia degli spettatori e contaminandoli con un nuovo stile, una specifica forma di sensualità e, perché no, con una rinnovata attrazione sessuale. Nella scelta di questi 12 scatti si delinea l’evoluzione dell’idea di femminilità e bellezza, una trasformazione che è segnale di cambiamenti sociali, politici e culturali. Il gioco sta nel riproporli interpretati da 12 ragazze dei giorni nostri, non per forza sosia ma con un “talento” che richiami qualcosa dell’attrice proposta. Il mio maestro, amico e regista Corrado Colombo ha messo la sua immensa e appassionata conoscenza cinematografica al servizio che insieme alla mia fotografia ha permesso la realizzazione di progetto fotografico.

Qual è stata la tua migliore esperienza professionale?

Entrare far parte del team MOJA di un fotografo francese di moda per una spedizione nel deserto in Mauritania (Africa) per una serie di shooting.

Qual è stato il tuo più grande successo?

“Viaggio Dentro”, libro di fotografia e poesia. Proust diceva che un vero viaggio non è cercare nuove terre, ma avere nuovi occhi. Questa affermazione racchiude lo spirito del “viaggio” che insieme alla mia amica poetessa Lucia Mimotti abbiamo fatto insieme. I nostri sensi accesi e la meraviglia di fronte alla bellezza delle piccole cose hanno reso i sentimenti destinazioni da raggiungere e da vivere pienamente. Poesia e fotografia, due forme espressive autonome, che parlano due lingue diverse e raggiungono due regioni diverse dell’anima, si prendono per mano.

Hai qualche attrezzatura fotografica e fotocamera preferita?

Da qualche anno lavoro con attrezzature fotografiche della FUJIFILM in quanto trovo vantaggioso la loro portabilità e riduzione di peso senza rinunciare la qualità fotografica… si mi piace lavorare “leggero” eheh : ) con me, comunque porto sempre la mia piccola analogica MINOX GT35.

Hai qualche progetto per il futuro?

Un progetto particolare in futuro… Mmmh diventare padre per poter trasmettere le mie due grandi passioni a mio figlio: la fotografia e il motociclismo.

Per concludere: ti ringrazio vivamente per la tua gentilezza e la disponibilità per questa stupenda intervista su Alpi Fashion Magazine augurandoti tutto il meglio.

Molte grazie dell’intervista Alejandro, auguro ai lettori una buona lettura e visione!

www.flaviotorre.it

Posted and Interviewed by Avv.Mg.Alejandro Di Noto (Argentina).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.