Home / Moda / Moda Donna / Abbigliamento Donna / I graffiti di Balenciaga invadono Parigi
balenciaga

I graffiti di Balenciaga invadono Parigi

Per la recente ed ultima collezione di Balenciaga presentata a Parigi si fa sempre piu interessante il lato streetwear arricchito da blazer e giacconi tecnici  che si alternano in passerella circondati da un background di graffiti.

Tessuto tecnico, tartan in lana, nylon color fluo in maxi taglie. La nuova collezione firmata Balenciaga per il prossimo autunno inverno ha una doppia identità.

Da un lato le radici della maison storica che rende omaggio a Cristobal Balenciaga e la vena tradizionale e sartoriale del brand.

Dall’altro lo streetwear del Direttore Creativo Demna Gvasalia maestro della reinterpretazione dello stile georgiano lo stesso che gli ha aperto le porte della maison nel 2016 introducendo quindi l’attenzione per un pubblico anche under 30 e sulla lavorazione della nuova formula che ha visto reinterpretare il logo BB in un vero e proprio status symbol per giovani underground, quella cerchia che non segue molto la moda.

Quello di Demna è il linguaggio delle subculture a metà tra uno skate park e la Salvation Mountain in Colorado.

Nella mastodontica scenografia parigina, emerge una mastodontica fontana interamente ricoperta ed arricchita da graffiti. Smile firmati e la bandiera del gay pride con lo slogan:

al centro della passerella sorge un enorme montagna ricoperta di graffiti e simboli: smile “Power of Dream” e “You are the world”, cuori e margherite giallo o verde fluo, blu elettrico e fucsia, gli stessi colori che si ripropongono anche sugli abiti in un mix di volume, contrasto e fantasie.

Tra i must, cappotto sagomato per evidenziare i fianchi e la vita, giacche antivento, stampe an imalier, tessuti check e principe di galles. Per ultimo ma non per minore importanza, le felpe con cappuccio sulle quali compare la scritta World Food Programme: da oggi  fino al 2030, infatti, Balenciaga sosterrà l’organizzazione umanitaria impegnata a combattere la fame nel mondo con una serie di capi dedicati all’iniziativa.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

Alia

Ingegnere mi disegna un paio di scarpe? ALIA le swing shoes

Per una donna, nel suo outfit, anche se l’abito può essere low cost o meno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.