Home / Attualità / Il garden firmato Gucci

Il garden firmato Gucci

Apre il nuovo Gucci Garden per opera dell’head designer del brand Alessandro Michel

Dal 10 gennaio 2018 si è dato il via a questo nuovo concept dove è possibile mixare in un solo dialogo diverse realtà: la natura, i sapori, storia oltre la moda.

Al suo terzo anno di attività, il direttore artistico della maison punta a concepire e reinventare lo spazio di Palazzo Della Mercanzia su Piazza Della Signoria a Firenze, in principio ufficio dell’ex direttore artistico Frida Giannini, poi diventato Museo Gucci. Al primo piano è allestita una nuova boutique super esclusiva dove i visitatori/acquirenti potranno acquistare collezioni uniche non fruibili negli store commerciali o attraverso canali web.

Un’esclusività quindi non solo legata al prèt-a-portèr, ma anche oggettistica:  scatole, manichini rivestiti di raso, taccuini, memorabilia, bookstore, complementi d’arredo ed oggetti da collezione da far gola a qualsiasi amante della storica casa di moda italiana.

Guccification, Paraphernalia, Cosmorama, Cinema da Camera, De Rerum Natura, Ephemera questi i nomi di ogni singolo spazio curato da Maria Luisa Frisa e realizzati attraverso racconti, elementi creativi: “Abbiamo deciso di fare dello spazio un laboratorio dove tutti gli elementi sono a disposizione per una sperimentazione creativa” ha raccontato durante un intervista.

Le sale “De Rerum Natura”, raccontano invece la passione della maison per la flora e fauna, attraverso la testimonianza delle collezioni di abbigliamento vintage, contemporanee, o anche attraverso statuette di animali in argento prodotte dalla Maison negli Anni 50, materiale grafico originale di Vittorio Accornero, al quale era stato affidato il compito di creare lo stampato Gucci Flora nel 1966.

Dal vintage al rococò grazie alla presenza di mobili d’epoca realizzati ad hoc.

A testimonianza i richiami esoterici: il grande occhio luminoso o il serpente, la cui iconografia sta a cuore ad Alessandro Michele: “Il serpente, che si insinua dappertutto e che, in un certo senso, simbolizza un perpetuo inizio è un perpetuo ritorno” ha commentato il direttore artistico in rapporto anche alla sua concezione artistica di rottura con i fili temporali della moda contemporanea. Preferisce il ritorno al vecchio “con accenni al nuovo”: una commistione a 360°.

Considerando il successo di fashion e Food anche Gucci dedica uno spazio legato al palato: La Gucci Osteria è stata affidata allo chef stellato Massimo Bottura.

Nessun prezzo da capogiro, ma un range contenuto (dai 10 ai 30 euro) completo di pietanze a testimonianza della tradizione culinaria fiorentina, centro focale di arti e culture nell’Italia rinascimentale

Il file rouge del progetto? Guardano al passato in una chiave non nostalgica. Prendono il meglio di ciò che c’era ieri e lo proiettano nel futuro con capacità critica.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

Mytheresa

Mytheresa, lanciata ieri la capsule beachwear con Burberry

Il rivenditore di lusso online Mytheresa ha unito le forze con Burberry per lanciare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.