Home / Bellezza / Cosmoprof 2018 è ecosostenibile
Cosmoprof 2018

Cosmoprof 2018 è ecosostenibile

Dopo il fashion system anche il settore beauty diventa ecosostenibile sottolineando così il ritorno alle radici naturali.

Anche la più grande fiera italiana dedicata all’estetica diventa green. L’edizione di Cosmoprof 2018 ha visto protagonisti 2800 espositori provenienti da 70 diversi paesi  per omaggiare un modello di bellezza multietnico e non solo quindi l’immagine.

Location romagnola completamente rinnovata incrementando anche il numero degli stand, pari al 7,56% nel 2018. Customizzazione delle aree di prodotte per poter facilitare l’impatto e la visita dei buyer, decide di iniziative a supporto della bellezza e della salute corredate anche da lanci di nuovi prodotti sul mercato e premi internazionali.

Non sono mancate le lussuose soluzioni presentate da Cosmoprof in collaborazione con Accademia del Profumo e grazie al supporto di Cosmetica Italia.  In questo “mondo” i visitatori hanno potuto votare le fragranze preferite di marchi di prestigio come Angelini Beauty, Bulgari Italia, Chanel, Collistar, Coty Italia, Loreal Italia Luxe, LVMH Italia. Puig Italia, Salvatore Ferragamo Parfums e Shiseido Group.

La preferenza del pubblico ha favorito i marchi di alta gamma. Lo ha fatto presente Luciano Bertinelli, presidente di Accademia del Profumo e mercato di fragranze.

Tornando all’impatto sostenibile della fiera, della cosmesi naturale e dell’utilizzo di materie prime controllate all’impatto della produzione, Cosmoprof ha voluto sottolineare come questi prodotti fossero necessari per la protezione dell’immunità della pelle del viso e del corpo.

In primis l’attenzione ai prodotti anti-age non solo rivolti alle donne ma anche per il panorama maschile. Si definisce in questa circostanza un nuovo approccio alla cura di se stessi grazie ad un ritorno di uso di ricette e rituali antichi rivolti ad un pubblico attento che segue ricerche e tecnologia e cancella il sintetico.

E’ stata presentata al padiglione 19 la fiera dello “slow cosmetic” di stampo eco-frienffy.

La bellezza che parte dall’ecosostenibilità di creme e sieri, trucchi e prodotti hair derivanti dal te,  dalla crusca, riso, melograno e vinaccioli.

Immancabile il siero di lumaca, olio di palmarosa, di cocco e jojoba.

Trattandosi di fiera internazionale, dal Giappone arrivano i sieri antirughe derivanti da 50 pianti medicinali. Tra i tanti: olio ricco di omega e calendula, olio di rosa canina ed essenziali biologici,

Per ultimo ma non per minore importanza, lo stand di Davines, allestito dallo studio di architettura MTLC, di Matteo Thun e Luca Colombo, creato con l’obiettivo di rifar vivere al visitatore la vera natura  intorno a prodotti come il Liquid spell:

fluido rinforzante per capelli sensibili, tra strutture di legno di castagno, graniglia di quarzo sul pavimento, rattan per illuminare e filiere di alberi veri.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

Check Also

GHD,glass hair

GHD scaglia il trend alert dell’autunno: Glass Hair

Glass Hair è il nuovo trend di tendenza per i vostri capelli. Secondo GHD, la famosa …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.