Anche in Sud Africa, la moda continua oggi ad essere un mezzo utile e necessario a collegare aggregazioni, nonché simbolo di appartenenza ed emancipazione.

Già nel 1994, il premio nobel Nelson Mandela appena eletto dà una svolta politica e sociale alla terra aprendo le porte al mondo del fashion system.

La famosa fashion designer Marianne Fassler, al tempo già imprenditrice di successi nel mondo della moda sud africana, lavora a diversi progetti per riuscire a portare in auge il suo paese e renderlo partecipe di competizioni worldwide.

Marianne Fassler

Grazie alla sua personale posizione Pro Africa, che le ha concesso e mantenuto successo, propone oggi una nuova collezione inno della bellezza femminile africana in tutte le sue forme.

Immancabile gioco di stampe animalier tra i suoi capi, unite a colori caldi uniti a layer di materiali quasi per dare una sensazione di leggerezza e movimento.

b9813439-4a3b-4c33-b006-ca0e5774c27c

Il tutto per raccontare l’emancipazione della donna di oggi, la sua libertà, donne consapevoli della loro femminilità ed eleganza.

Stile inconfondibile di Marianne, simbolo del suo successo e creatività senza limiti, tanto da essere spesso paragonata alla famosa Vivienne Westwood per l’attitudine punk. Ciò che però la rende davvero inimitabile è la sua capacità e maestria nel ridefinire la sua terra, la sua Africa contemporanea e nuova, senza seguire una particolare tendenza ma incarno sempre il suo stile.

41a14974-9506-451a-b090-30afba01d1c1

Oggi infatti il Sud Africa sta vivendo un periodo di sviluppo esponenziale che va di pari passo con la crescita di una classe medio-alta sempre più attratta ed affascinata dal lusso, così che il mercato del fashion system africano vivace e multietnico, rimane ancora accessibile rispetto ad altri.

d29a2e48-0712-4ed1-acf3-8c9538a23149

2a54a09e-967b-493f-89cb-6566f22ec6be

Insieme alla Fassler, sfileranno nella Mercedes Fashion Week altri designer nella location del Victoria & Alfred Waterfront, cuore di Cape Town, nonché spettacolare finestra con vista sull’Atlantico.

86db372a-6470-4eab-8dc4-1b0dd740cef1

Chi sarà quindi il più atteso e chiacchierato designer della manifestazione proposta ed organizzata dall’ African Fahion International?

Laura Savini
Fashion Communication

 

Articolo precedenteLa Determinazione
Articolo successivoLimited edition polo Lacoste: l’haute couture dello sport
Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi. Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata. Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento. Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra…… Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente. Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi. “ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda. Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci! Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata "d-moda" e "gp magazine"…..e non intende fermarsi!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.