Home / Moda / Moda Donna / Abbigliamento Donna / Arancione trend invernale e non solo
arancione

Arancione trend invernale e non solo

La conferma del must invernale è l’arancione, non solo protagonista del freddo inverno quanto colore trendy per la prossima ss18.

Dopo averlo visto protagonista della appena trascorsa festa di halloween, l’arancione continua a padroneggiare tra i colori della stagione in corso. Versione eccentrica nei costumi carnevaleschi, declinazione di stile ed eleganza per il resto dell’anno. Ognuno avrà il suo stile per interpretarlo.

Tripudio di nuance e sfumature vivaci, per dare il giusto upgrade modaiolo e non classico all’usuale e classico abbigliamento uomo/donna AI 18.

Al posto del classico abbinamento ormai assodato black&withe, must dei mesi freddi per eccellenza, quest’anno il palcoscenico avrà toni diversi. Cromatismo e guardaroba cool il must da rispettare.

Arancione
Sportmax

A dimostrazione Sportmax esordisce presentando una vibrante felpa brandizzata con logo fluo sui pantaloni neri.

Arancione
Dries Van Note

Loewe e Dries Van Noten alleggeriscono il rigoroso taglio over delle giacche mixando color cachi e gonne arancio per ricreare un outfit più contemporaneo.

Loewe

Romantica la versione di Blugirl per abito e pantalone velluto, così come il cappotto con collo rigorosamente in pelliccia.

Arancione
Blugirl

Dolce e Gabbana invece utilizzano la tinta arancio applicandola sui tailleur jacquard intervallati da colori neri e argento, anche se solo accennato.

Per l’uomo invece Marni, Plein Sport e perfino Moschino giocano con palette di colore dal mandarino al papaya, fino a raggiungere toni pastello: nuance che danno energia all’outfit maschile.

Un colore sgargiante anche per il guardaroba maschile dal rosa dello scorso anno al caldo arancio.

Anche se difficile da indossare, troppo chiaro per un abito elegante, troppo eccentrico per un total look.

Chi saprà osare e andare oltre l’immaginazione, sarà protagonista indiscusso di uno stile cool per tutto il 2018.

Laura Savini

About Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi.
Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata.
Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento.
Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra……
Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente.
Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi.
“ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda.
Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci!
Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata “d-moda” e “gp magazine”…..e non intende fermarsi!

Check Also

Hunziker

La Hunziker a un passo da un Sanremo accanto a Baglioni?

La conduttrice Michelle Hunziker non lo afferma esplicitamente, ma lascia intendere che la via per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.