Home / Attualità / Antonelli Firenze porta in mostra una femminilità seduttiva
Antonelli Firenze

Antonelli Firenze porta in mostra una femminilità seduttiva

La collezione Antonelli Firenze del prossimo inverno è un inno alla femminilità – quella seduttiva ma discreta – con dettagli ricercati, intensi punti luce, effetti lucidi e metallici. Ma anche scolli profondi e vite in risalto che sottolineano il décolleté e la silhouette.

Antonelli Firenze non ha paura di osare con colori forti come rosa acceso, fucsia, rosso ciclamino, gialli acidi e neanche con macro stampe animalier, floreali o geometriche, in un mix di materiali e stili a contrasto. 

Le giacche, modello vestaglia, ed i cappotti destrutturati scendono sui capi e sembrano essere in maglia; assecondano il movimento del corpo i pantaloni fluidi, in leggero velluto-seta a coste, e quelli a vita alta da indossare con morbide camicie portate dentro; danzano le gonne plissettate dall’aspetto bronzo e platino. 

Gli abiti, con scolli profondi e dalla vita in risalto, sono ricchi di sensualità nelle loro macro fantasie zebrate; e diventano femminili, anche se in check, per le scollature e le arricciature in vita.

Si tingono di rosso ciclamino i montoni dal peso piuma, e di verde la pelle-piuma dei pantaloni con pences e dei trench che, solo nei dettagli, ricordano lo stile militare.

Per i modelli, declinati in nero, Antonelli Firenze sceglie tessuti cadenti e li seduce di fili di luce, di sete spalmate dall’effetto lucido e di stampe zebrate bianco/nero. Da portare sotto cappotti in cotone viscosa effetto cavallino o in lana/lurex destrutturati come cardigan. 

Il nuovo smoking è in velluto bronzeo con giacca vestaglia in reverse nero a contrasto; ma, se di taglio maschile, diventa ancor più femminile per la giacca in lurex dorato.

La palette colori è un viaggio nel rosa da quello pallido fino ai fuxia e al rosso ciclamino; nei gialli acidi, nei verdi e nelle sfumature del cachi. E poi il blu, nero e bianco che non possono mai mancare.

About Marina Greggio

Innamorata delle lingue, che studio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Colleziono instancabilmente vestiti e viaggi. Milano e Londra sono le mie due case, i due posti in cui il mio cuore si divide.

Check Also

Carlo Ripa di Meana

Carlo Ripa di Meana: Le mie Biennali al Teatro Franco Parenti

Lunedì 11 marzo alle 18 nel Foyer del Teatro Franco Parenti avarà luogo la presentazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.