Home / Fotografia / Ljubodrag Andric in mostra alla Triennale

Ljubodrag Andric in mostra alla Triennale

All’inizio, qualche fotografia vista per caso mi ha fatto intuire delle possibilità. Ricordo di aver scoperto Eliot Porter, i primi lavori di Joel Meyerowitz, poi Richard Misrach con le sue piscine vuote e le prime immagini del deserto. Opere in cui il colore era utilizzato molto bene e in modo diverso, e il soggetto era una sensazione, non una storia

 Con queste parole Ljubodrag Andric spiega il significato del suo lavoro in mostra, dal 3 Agosto al 24 Settembre 2016, alla Triennale di Milano e documentato nel catalogo a colori in inglese con inserto dei testi in italiano, edito da Skira. La mostra “Ljubodrag Andric –Works 2008 – 2016”, curata da Demetrio Paparoni, presenta una selezione di 14 fotografie realizzate dal 2008 a oggi e che hanno per oggetto paesaggi, muri, facciate e interni di edifici medievali e moderni.

Ljubodrag Andric,Ljubodrag Andric alla Triennale di Milano,Ljubodrag Andric a Milano

Ljubodrag Andric, opere di grandi dimensioni

Le opere di grandi dimensioni sono tutte rigorosamente caratterizzate dall’assenza dell’uomo. I soggetti raffigurano delle visioni pittoriche riprese frontalmente tanto da percepire la porosità dell’affresco ispirandosi al primo Rinascimento di Fra’ Angelico ed in particolare di Piero della Francesca.

Ljubodrag Andric

L’immagine è ripresa con una costruzione quasi geometrica che si avvicina ai lavori di Giorgio Morandi e Luigi Ghirri. Contrariamente a loro, spiega Paparoni, Andric non rifiuta il figurativismo che in lui si manifesta nella riproduzione della trama materica accentuata da una leggera ma efficace alterazione dell’incidenza della luce.

Ljubodrag-Andric-01

I muri, quindi le barriere sia architettoniche che mentali, non esprimono drammaticità ma diffondono serenità e armonia come dimostrano i colori tenui e le tinte pastello delle opere. L’importante è sottrarre il luogo prescelto, senza fronzoli, fermando il tempo sino a raggiungere un equilibrio naturale e minimalista.

Ljubodrag ANDRIC

Scrive Demetrio Paparoni nel testo introduttivo alla monografia: “Porre l’accento sulla non identificabilità dei luoghi e sulla finitezza delle forme geometriche equivale per Andric a voler riportare l’immagine a se stessa per far prevalere l’analisi sulla narrazione, a dimostrazione del fatto che, come afferma Wittgenstein, il significato del linguaggio non dipende dal modo in cui la realtà si manifesta, ma dal linguaggio stesso, che anticipa le condizioni di significato e di senso delle cose”.

Il progetto espositivo prosegue anche alla Fondazione Querini Stampalia di Venezia, dal 26 agosto al 2 ottobre, con la mostra “Consonanze” che inaugura il 25 agosto.

 Francesca Bellola

Ljubodrag Andric –Works 2008 – 2016

3 Agosto – 24 Settembre 2016

Palazzo della Triennale

Viale Alemagna, 6 Milano

Ingresso libero

Apertura: da martedì a domenica ore 10.30 – 20.30

www.triennale.org

Di Francesca Bellola

Vive a Milano. Giornalista e direttore del portale OkArte.it, scrive per varie testate tra le quali: Il Giorno (quotidiano), Alpi Fashion Magazine, Ok Arte di cui ha diretto per sette anni il freepress cartaceo. E' curatore di mostre d'arte in sedi Istituzionali, private e gallerie in Italia. E' Art-Promoter di artisti affermati ed emergenti, organizzatrice ed ideatrice di eventi culturali. L'esperienza, acquisita nel corso degli anni per l'arte in tutte le sue forme, l'ha portata a coltivare ottime relazioni esterne con il suo staff. Adora i felini nella fattispecie i gatti perché hanno delle caratteristiche simili al suo carattere. Infatti è istintiva, indipendente, tenace e non ama le persone opportuniste e calcolatrici. Nel tempo libero gioca a tennis, nuota e fa shopping.

Leggi anche

Jacopo Di Cera,mostra fotografica venezia,mostra jacopo di cera

“Fino alla fine del mare”, il progetto fotografico di Jacopo Di Cera al Festival del Cinema da Venezia

Dal 31 agosto al 10 settembre, in contemporanea al 74° Festival del Cinema di Venezia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.