domenica , 20 agosto 2017
Home / Fotografia / Fotografi / Light Painting, Maria Saggese crea con la luce

Light Painting, Maria Saggese crea con la luce

Light Painting” vuol dire “dipingere con la Luce”, ed è una tecnica artistica che unisce il disegno alla fotografia. La realizzazione di immagini avviene controllando una sorgente luminosa come se fosse un pennello, ma per farlo è necessario un ambiente buio e, lasciato aperto l’otturatore della fotocamera, illuminare il soggetto ritratto con sorgenti luminose mobili (torcia, laser, cellulare, accendino ecc.).

light painting

Per ottenere un’unica immagine sono necessarie lunghe esposizioni, durante le quali la fotocamera viene sorretta da un cavalletto e deve realizzare uno scatto flessibile, dopo essere stata impostata su Posa B (Bulb). In Italia questa tecnica resta ancora poco utilizzata, mentre all’estero già in molti ne hanno notato il fascino e la suggestione.

Maria Saggese, giovane e talentuosa fotografa salernitana, è tra le poche professioniste in Italia a credere nel potere di questa tecnica espressiva. Partita dall’Accademia di Belle Arti di Napoli, ha studiato all’ILAS Designers School e ha inseguito le sue passioni, fino a specializzarsi nel light painting e a fondare, in collaborazione con la collega milanese Valeria Ricci, un vero e proprio “laboratorio” – LightLab Italia – per diffondere e far conoscere questa tecnica mediante workshop, seminari e collaborazioni con altre realtà. Attualmente vive e lavora a Milano, e noi l’abbiamo intervistata per comprendere a fondo le potenzialità di quest’arte.

Partiamo dal Suo ultimo progetto, Light Lab Italia…

Certo! Light Lab Italia [www.light-lab.net n.d.r.] è un progetto italiano, nato in collaborazione con Valeria Ricci, destinato a divulgare l’arte del light painting in Italia attraverso workshop, corsi, photo-booth, performance dal vivo e servizi fotografici in cui le persone possono diventare protagoniste e sperimentare in prima persona questa tecnica fotografica, che qui in Italia è poco conosciuta. Per questo, il nostro scopo è quello di far avvicinare un pubblico più ampio possibile a questa tecnica e alle sue potenzialità artistiche.

light painting

Come ha conosciuto Valeria Ricci, co-founder di Light Lab?

Valeria è di Milano, ma collaboriamo per realizzare queste attività in tutta Italia. Lei ha creato il primo blog italiano completamente dedicato al light painting [https://lightpaintingitalia.wordpress.com/ n.d.r.]; proprio così ci siamo conosciute, e abbiamo deciso di iniziare una collaborazione.

E Lei, com’è arrivata a Milano? Qual è stato il Suo percorso? Parta dall’inizio.

Mi sono trasferita a Milano qualche mese fa, con l’idea precisa di portare avanti la mia passione e il mio lavoro. Ho avuto l’opportunità di collaborare con diverse realtà, come l’Università “La Cattolica” di Brescia, e con una scuola superiore dove abbiamo tenuto un corso di tre giorni, ed è stato molto stimolante lavorare con ragazzi così giovani. Milano è una città ricca di cultura, e per questo penso sia il luogo ideale per crescere e portare avanti il progetto, ma la nostra idea è quella di portarlo pian piano in tutte le città d’Italia…

light painting

I Suoi scatti sono apparsi anche su un’importante rivista di settore. Come Si è sentita nel “vedersi” e “leggersi”?

Sono apparsa su “Il Fotografo” di novembre [numero 287, novembre 2016, n.d.r.], con un’intervista nella sezione “Who’s Who” dedicata ai giovani fotografi emergenti. È stato un onore poter parlare di me e del mio lavoro, e poterlo poi “condividere” con un pubblico di lettori appassionati ed esperti del settore. Vedere le mie opere pubblicate è un grande traguardo, ma anche un nuovo inizio, che mi dà speranza e forza per il futuro del mio progetto e del mio lavoro artistico.

Lei è piuttosto giovane [24 anni, n.d.r.], ma immagino che nel Suo percorso professionale abbia conosciuto altri esperti o fotografi appassionati come Lei, che l’hanno ispirata. Vuole menzionare qualcuno?

Ho iniziato a utilizzare questa tecnica nel 2012. All’inizio ho cercato molto sul web e mi sono informata su di essa, ma soprattutto su chi la utilizzasse in Italia. Mi sono imbattuta nel lavoro di Monica Mainardi, un’artista che utilizza questa tecnica da moltissimi anni e ha uno stile che mi ha subito colpito ed ispirata; lei è stata fondamentale per la mia crescita, in quanto mi ha dato molti consigli, mi ha supportata tantissimo e per questo vorrei ringraziarla. Poi, tra gli artisti più conosciuti che mi hanno ispirata c’è sicuramente Renato Marcialis, che utilizza il light painting sulla natura morta e ha creato un progetto meraviglioso dal titolo “Caravaggio in cucina”. Per me una grande ispirazione, per il suo modo di utilizzare la luce: decisamente unico. Monica utilizza invece questa tecnica sui ritratti e sulle persone, e anche lei compone la luce in una maniera unica.

Com’è nata la Sua passione per l’arte e la fotografia?

La passione per la fotografia è nata durante gli anni delle scuole superiori, in quanto ho frequentato un istituto d’arte con indirizzo Fotografia, Filmica e Tv. Ma in realtà amavo l’arte già da piccola, in quanto ho sempre adorato disegnare, e già a 6 anni ho iniziato a realizzare i miei primi schizzi. Poi, durante gli studi accademici la mia passione per la fotografia si è trasformata in qualcosa di più, fino a sfociare nell’arte, e ho iniziato a sperimentare varie tecniche, fino a scoprire questa, che non a caso unisce disegno e fotografia. “Light Painting” significa “dipingere con la luce”, e ciò che creo non è altro che un disegno nel buio, che prende vita attraverso la luce, ossia il mio pennello.

Secondo Lei, perché il Light Painting è ancora poco sfruttato in Italia?

Questa tecnica è conosciuta in Italia, ma viene troppo spesso “sottovalutata”, e forse direi “non presa sul serio”, in quanto non tutti sono a conoscenza delle potenzialità e di cosa si può davvero creare con il light painting, ma si soffermano sulla tecnica base, ovvero creare delle scie nello spazio. In realtà esiste un mondo infinito di possibilità creative, io amo ripetere che “questa tecnica può davvero rendere visibile l’invisibile, ciò che è invisibile agli occhi“, perché tutto ciò che immaginiamo può prendere vita attraverso la luce, ed è questa la vera bellezza, la vera magia… Non tanto il risultato finale, ma il processo, quei secondi, minuti in cui l’artista crea ed immagina nello spazio ciò che sta realizzando… Poi, vedere lo scatto sullo schermo è un momento unico, in cui si prende coscienza della bellezza della propria creazione, che è unica e irripetibile. Consiglio a tutti coloro che amano l’arte, la fotografia o anche semplicemente disegnare, di provare il light painting e andare al di là della “tecnica” o delle semplici regole fotografiche, cercando di spostarsi “oltre” la semplice visione della realtà.

light painting

Può parlarci del workshop che si terrà a breve a Salerno?

“Ritratti femminili & Light Painting” è il mio prossimo workshop realizzato in collaborazione con LightLab & Light Painting Brushes, e con la partecipazione della modella Chiara Pavoni. L’incontro si terrà sabato 14 gennaio 2017, dalle ore 10 alle 18, per otto ore di full immersion (2 ore di teoria, break e 5 ore di pratica) dedicate alla tecnica fotografica del light painting. L’evento si svolgerà presso la Sala Pose di Salerno, in via Garioponto.

light painting

I partecipanti potranno sperimentare in prima persona la tecnica fotografica e ricreare fantastici effetti luminosi sulla modella. Inoltre, molta importanza sarà data alla parte pratica: ci sarà una sessione di esercitazione in cui capiremo come gestire l’illuminazione di un soggetto, realizzando effetti di luce; doppie esposizioni, silhouette, scie di luce, effetti surreali durante una singola esposizione. Al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Per info basta collegarsi a https://spark.adobe.com/page/uSeiYVebiXqc8/ oppure a https://mariasaggeselightpainting.com/2016/10/13/ritratti-femminili-e-light-painting-workshop-fotografico-a-salerno/.

In conclusione, tutti coloro che desiderano tuffarsi nel magico mondo del light painting possono visitare il blog dell’artista (www.mariasaggeselightpainting.com) o il sito web (www.mariasaggese.it). Altre informazioni e curiosità sono disponibili, con aggiornamenti costanti, su Facebook, Twitter e Instagram. Un universo poetico per i maghi della fotografia!

Maria Cristina Folino

Photo credits: Maria Saggese – Si ringraziano la fotografa Maria Saggese e il Light Lab Italia

Banner New season gennaio 2017 468 x 60

Di Maria Cristina Folino

Laureata in Lettere e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione di interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, Maria Cristina Folino vive a Salerno e collabora con testate giornalistiche locali da circa 8 anni. Già docente di Scrittura Creativa ed esperta di comunicazione digitale, collabora anche con un’agenzia letteraria in qualità di editor e correttore di bozze. Socia dell’Associazione Felix Cultura, è vincitrice di numerose competizioni letterarie nazionali. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie con Aletti Editore ("Ali di Gabbiano", 2008) e due ebook – una fiaba e un saggio – con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 e "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Da tempo comunica attraverso poesie, illustrazioni e scatti artistici pubblicati sul suo blog (mariacristinafolino.tumblr.com), mentre su Instagram gestisce l’account @fashionreaders_lookbook. Il suo sito web è www.mcfolino.eu.

Leggi anche

streetwear,maze festival,fashion italy

Lo streetwear sarà protagonista al MAZE di Torino

Da venerdì 8 a lunedì 11 settembre Torino ospita il primo festival interamente dedicato al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.