Home / Attualità / Italia Longeva, in Basilicata bisogna rafforzare l’assistenza agli anziani

Italia Longeva, in Basilicata bisogna rafforzare l’assistenza agli anziani

Secondo i dati di Italia Longeva, in Basilicata appena 1.300 anziani usufruiscono della la rete di Assistenza Domiciliare Integrata, a fronte di un numero totale di 125mila over 65. I dati sono contenuti in un report diffuso dall’ente, alcuni giorni fa, al Ministero della Salute, in occasione degli Stati Generali dell’assistenza a lungo termine (Long Term Care).  Una indagine statistica a tappeto che ha coinvolto 12 Aziende sanitarie presenti in 11 Regioni italiane. Un campione molto ampio e ben bilanciato tra Nord, Centro e Sud, che abbraccia i vari distretti territoriali per un totale di 10,5 milioni di persone: 1/5 della popolazione di tutto lo stivale.

Gli esiti fanno riflettere sulla mancanza di una rete socio-assistenziale fitta e ben organizzata in una regione che per quanto piccola è popolata da un ingente numero di persone che hanno superato la mezza età: anziani per il 22% e per l’89% (over65) assistiti in casa. Il sondaggio si sofferma in particolar modo sulla erogazioni dei servizi assistenziali forniti dall’ASP di Potenza, dove emerge che in questa Azienda Sanitaria Provinciale viene erogato il 79% delle prestazioni ADI, con la netta prevalenza di attività coadiuvate tra strutture pubbliche e private (63%). Tuttavia,  la ASP di Potenza fa anche notare che il numero di ore dedicate dal personale sanitario che fornisce l’assistenza domiciliare ad ogni anziano preso in carico è di 42 ore, nettamente superiore rispetto alla media nazionale che si ferma a 20 ore.

“Come per la maggior parte delle Regioni d’Italia – commenta in una nota stampa il Professor Roberto Bernabei, Presidente di Italia Longeva – emerge che la Basilicata ancora non sfrutta appieno l’opportunità dell’assistenza domiciliare, prendendo in carico con questa modalità una percentuale ancora troppo esigua della popolazione over 65, con un livello di integrazione fra servizio sanitario e operatori sociali dei Comuni ancora non ottimale. D’altra parte – conclude Bernabei – attraverso la collaborazione pressoché paritetica fra pubblico e privato, la ASP di Potenza mostra di essere in grado di dedicare a ciascun paziente un numero di ore di assistenza che supera il doppio della media italiana” conclude il presidente.

Marianna Gianna Ferrenti

Di Marianna Gianna Ferrenti

Sono una giornalista pubblicista lucana. Dopo alcune esperienze sul territorio, ho allargato gli orizzonti, affacciandomi nel 2012 al mondo del social journalism. Laureata magistrale in Scienze filosofiche e della comunicazione, dopo un corso di Alta Formazione in Graphic Design ed Editoria digitale, finanziato dal Fondo Sociale Europeo, ho arricchito il mio background con competenze tecniche nell'ambito della scrittura digitale

Leggi anche

catastrofe sullo ionio,

Filippo Radogna presenta i suoi racconti sospesi tra ipertecnologia e mistero

«Mondi utopici sospesi tra passato e futuro, ipertecnologia e mistero» sono quelli raccontati dallo scrittore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.