Home / Attualità / Nuovi gusti gelato, provali tutti!

Nuovi gusti gelato, provali tutti!

Gelati al gusto “pasta e fagioli”, “unicorno”, “arachide” o “WhatsApp”… li assaggeresti?

Stavaganze estive. Con le alte temperature aumenta la voglia di freschezza, e i gelatai di tutto il mondo si sbizzarriscono. Ma anche in Italia non siamo da meno.

Ecco i gusti più strani da provare quest’estate… Dal gelato nero al gorgonzola, quanto sei disposta a sfuggire alla noia?

gelato
Credits: Gelateria Matteo

Dolce, un po’ salato. Forse è proprio il caso di dirlo. In uno dei laboratori artigianali più creativi della Campania, quello di Matteo da Lancusi (Salerno) si possono assaggiare ben 120 gusti di gelato decisamente insoliti… La gelateria, fondata nel 1958 da Matteo Napoli, fu la prima a proporre il gelato ripieno di frutta fresca (con i testimonial Roberto Murolo e Domenico Modugno). Il gusto dolce-salato è il suo vanto; si spazia dal gelato al finocchietto selvatico al baccalà, e poi gorgonzola, pomodoro, cipolla, peperoncino forte, perfino “pasta e fagioli” (cucinata in piena regola e frullata). I prodotti della Linea Ristorazione sono stati assaporati sui voli Alitalia (Classe Magnifica), degustati a Wimbledon (il torneo di tennis più famoso al mondo) e “benedetti” dal palato di Papa Giovanni Paolo II in occasione di un pranzo. Per i più scettici, occorre precisare che sono prodotti naturali al 100%.

gelato
Fonte: Instagram (credits to the owner)

Altri gusti “particolari”, già noti ai golosi (parmigiano reggiano, curry, aglio o nero di seppia) sembrano solo un lontano ricordo!

“Black ice cream”, il colore che mancava. Ricordate l’hamburger nero di Burger King? Qualcuno ha pensato di passare dal salato al… dolce. La nuova moda del gelato più scuro che ci sia sembra relegare in un “cono d’ombra” i colori dell’estate. Lanciato prima a New York (da Morgenstern’s Finest Ice Cream), poi a Los Angeles (da Little Damage Ice Cream), il gelato nero fatto con carbone di cocco o di mandorla sta invadendo gli account Instagram. E non basta: anche la cialda si fa “total black”!

Frappuccino all’Unicorno. La bevanda più amata di Starbucks (a base di caffè, frappè con gelato e panna) si tinge di colori pastello, invadendo le bacheche social. Che sia buona o meno, l’importante è fotografarla e “postarla”. Che sapore avrà? Molti utenti assimilano questo gusto al “lampone acido” o alle caramelle Skittles (dei bon-bon tipo Smarties) al gusto tropicale. Per gustarla anche in Italia bisognerà attendere ancora un po’…

gelato
Credits: Ticinonline

Gusti “social” in Croazia. Il gelataio Admir, notando l’amore della figlia per i social network, ha creato insieme a suo fratello IbiAdil un gelato al gusto fior di latte, spruzzato di sciroppo blu, e lo ha chiamato “Facebook“. La trovata ha stupito i clienti alla gelateria di Tisno, sull’isola croata di Murter, e Admir non si è più fermato: c’è anche il gusto (metallico) all’iPhone, ma anche WhatsApp e il gelato al Latte di mamma.

gelato
Credits: Scatti di Gusto

Frutta ripiena… di gelato. Sempre nella Gelateria Matteo (Lancusi di Fisciano – SA) sono stati ideati i “Fruttini”, nuovi gelati ricoperti della buccia del rispettivo frutto. Ma anche in questo caso non si tratta di gusti tradizionali… kaki, feijoa, prugna, dattero, melograno, ce n’è per tutti i palati.

gelato
Credits: Gelateria Matteo

Gelati dell’altro mondo. Infine, tra i gusti più strani ci sono addirittura il “viagra” e il gelato fosforescente a base di meduse, che si vede anche al buio (costo: 175 euro al cucchiaio)! Sei armata di curiosità? Non ti resta che sbizzarrirti…

Di Maria Cristina Folino

Laureata in Lettere e Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Salerno, specializzata in programmazione e gestione di interventi per gli archivi e le biblioteche digitali, Maria Cristina Folino vive a Salerno e collabora con testate giornalistiche locali da circa 8 anni. Già docente di Scrittura Creativa ed esperta di comunicazione digitale, collabora anche con un’agenzia letteraria in qualità di editor e correttore di bozze. Socia dell’Associazione Felix Cultura, è vincitrice di numerose competizioni letterarie nazionali. In passato ha pubblicato una raccolta di poesie con Aletti Editore ("Ali di Gabbiano", 2008) e due ebook – una fiaba e un saggio – con Edizioni Il Pavone ("Liberami da questo libro!", 2010 e "Tim Burton e il Catalogo delle Meraviglie", 2013). Da tempo comunica attraverso poesie, illustrazioni e scatti artistici pubblicati sul suo blog (mariacristinafolino.tumblr.com), mentre su Instagram gestisce l’account @fashionreaders_lookbook. Il suo sito web è www.mcfolino.eu.

Leggi anche

catastrofe sullo ionio,

Filippo Radogna presenta i suoi racconti sospesi tra ipertecnologia e mistero

«Mondi utopici sospesi tra passato e futuro, ipertecnologia e mistero» sono quelli raccontati dallo scrittore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.