Home / Notizie / Asta a Londra della collezione personale di Audrey Hepburn

Asta a Londra della collezione personale di Audrey Hepburn

Oggetti, memorabilia, abiti e accessori della collezione storica dell’attrice, icona di stile, saranno messi all0asta a Londra.

La prima tra le attrici a vincere un Academy Award, un Tony Award e un Golden Globe tutti nello stesso anno (il 1953) e la prima a recitare nelle pellicole di culto negli anni 50 e 60: Colazione da Tiffany, Sabrina, Vacanze Romane, My Fair Lady.

Audrey Hepburn è ricordata come una delle più grandi star del cinema e – occhi da cerbiatta, fisico minuto e postura da ballerina  –icona di stile, grazia, eleganza e sensibilità umana dotata di estimabile appeal  rimasto forte e indelebile nel tempo.

Ecco perché saranno in molti, tra collezionisti e puri fans, a volersi aggiudicare uno degli oggetti che Christie’s London sta per mettere all’asta, speciali perché provenienti proprio dalla collezione personale dell’attrice.

Il prossimo 27 settembre a Londa, nel quartier generale di King Street, sarà celebrata l’asta. Dal 19 la stessa apparirà anche online e durerà fino al 3 ottobre.

La collezione rappresenta un archivio straordinario che racconta la vita e la carriera dell’attrice, attraverso oggetti che lei collezionava, usava e amava. È la prima volta che questi oggetti -rimasti di proprietà della famiglia-, sono messi in vendita, la prima volta che si presentano sul mercato come un vero e proprio tesoro nascosto. iI lotto è irresistibile perché offre l’opportunità unica di vedere anche capi e accessori appartenuti al guardaroba personale della diva.

Memorabili: cocktail dress di satin azzurro cielo, firmato Givenchy che lei stessa indossò durante uno shooting scattato dal fotografo William Klein per promuovere il film Due per la strada, nel 1966. Givenchy è lo stesso stilista che disegnò poi tutti i suoi abiti di scena per il film “Sabrina” tanto da consolidare tra i due una forte amicizia. La vestì infatti nelle sue più famosi interpretazioni così come nella vita privata.

Tra i pezzi chiave che sono diventati emblema del suo stile minimal chic, anche un trench Burberry e una selezione delle sue adorate e coloratissime ballerine.

Non dimentichiamo anche il famoso portacipria decorato con le sue iniziali e oggetti rari e inestimabili come il Copione di Colazione da Tiffany arricchito e personalizzato con sue annotazione di inchiostro turchese; l’ accendino doro regalatole dal regista Gene Allen per la sua interpretazione in My Fair Lady, foto e ritratti scattati dai più grandi fotografi da Cecil Beaton a Steven Meisel.

Non si conoscono i prezzi ancora né le stime, ma sicuramente possiamo confermare che l’eleganza innata e profonda di ogni gesto e scelta di stile dell’attrice è per i suoi seguaci e non solo, una guida e fonte di ispirazione inestimabile.

Laura Savini

Di Laura Savini

Laura Savini, nasce a Roma il 10 aprile 1984. Studia lingue dalle scuole superiori, e sceglie di laurearsi in lingue e culture moderne nel 2012. Da sempre attratta dal mondo dello spettacolo e moda, segue un master in comunicazione e moda presso l’accademia romana di costume e moda e raggiunge l’obiettivo prefissato: product manager per eventi.
Dal 2013 infatti, collabora per il fashion system attraverso una start up romana, che le permette di conoscere una realtà da sempre sognata.
Dai piccoli designer ai pilastri della moda italiana, seguendo passo a passo le produzioni di un grande evento.
Viaggia per lavoro dividendosi tra Milano, Firenze, Roma, Cannes, Ginevra……
Casting, fitting, coordinamento backstage e regia sono le attività che svolge quotidianamente.
Stella Jean, Au jour le Jour, G. Colangelo, San Andrès, A.Bratis, C. Pellizzari, i giovani; John Richmond, Chopard ed il re del fashion system italiano Giorgio Armani, i grandi con i quali ha collaborato fino ad oggi.
“ Credere per riuscire”, il motto che l’accompagna da quando ha iniziato la sua carriera nel mondo della moda.
Ma Laura, non è solo event manager; dopo otto anni di collaborazione in una gioielleria romana, inizia per hobby a realizzare una piccola capsule collection di articoli handmade creati con materiali eco, riciclati e pietre dure. Da Hobby a lavoro, i suoi articoli vengono apprezzati e acquistati tramite un e-commerce dedicato . Inizia una piccola distribuzione sul territorio romano, con un obiettivo preciso: vendita ad ampio raggio…..La speranza e la voglia di creare non finisce mai, basta crederci!
Per finire, la passione per la scrittura. Fin da piccola, si cimentava nella scrittura di storie, racconti, favole ed oggi scrive articoli per web magazine. La prima collaborazione arriva con la testata “d-moda” e “gp magazine”…..e non intende fermarsi!

Leggi anche

Lou Doillon

& Other stories, Lou Doillon testimonial della “Celebration collection”

La modella, attrice, e cantante Lou Doillon, figlia di Jane Birkin e del regista francese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.